TiburtinoToday

Casal de’ Pazzi: al decoro delle aree verde pensano i cittadini

Grandi pulizie al parco di via Comte e via Benigni nelle giornate di sabato e domenica: presenti anche i consiglieri dem e Lista Marchini

Foto FB Annarita Leobruni

Sfalcio, rimozione rifiuti, ripristino del decoro: queste le attività alle quali si sono dedicate gran parte dei residenti di Casal de’ Pazzi durante lo scorso week end. Già perché per molti cittadini restituire decoro alle zone abbandonate dalle istituzioni è diventata una vera e propria missione. Lo sanno bene i residenti dei palazzi a ridosso del parco di via Comte, in particolare dei comitati Schopenhauer, Insieme per Aguzzano e Kant Nomentana che da sempre si prendono cura dell’area e nella mattina di domenica hanno provveduto all’ennesima pulizia, autotassandosi e rimboccandosi le maniche. 

La Lista Marchini presenta un’interrogazione all’assessore all’ambiente

Quali sorti spettano al parco di via Comte considerato che necessita di interventi di manutenzione e che potrebbe essere un luogo di aggregazione per i cittadini che da anni chiedono decoro? Ad interrogare l’assessore all’ambiente del parlamentino di via Tiburtina è Giorgio Trabucco, capogruppo della Lista Marchini al Municipio IV per sapere quali azioni verranno messe in campo finalizzate a scongiurare il degrado al parco di via Comte, ancora “figlio di nessuno” poiché l’area non è in carico al Municipio. 

Pulizie volontarie anche in via Benigni

A scendere in campo nella giornata di sabato, invece, sono stati i residenti della vicina via Benigni, esasperati e stanchi dall’abbandono delle istituzioni e per la presenza di rifiuti dove invece dovrebbero esserci oasi di verde. Sacchi di immondizia e aiuole sfalciate sono stati i risultati di fine lavoro, un’iniziativa che ha visto anche la partecipazione della consigliera dem Annarita Leobruni: “Invece dei marciapiedi abbiamo trovato una foresta amazzonica – ha commentato a margine dei lavori – E’ assurdo che debbano pulire i cittadini se ci sono documenti scritti, sopralluoghi e mozioni di consiglio a cui la giunta municipale, non solo non da’ seguito ignorando il voto in aula ma non porta avanti neppure l'ordinaria amministrazione”. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

Torna su
RomaToday è in caricamento