TiburtinoToday

Casal de’ pazzi, i cittadini puliscono il parco. Ama e Comune non passano neanche a raccogliere i sacchi

Gli interventi di pulizia sono stati effettuati nella mattina di domenica da un nutrito gruppo di volontari

Si sono rimboccati le maniche e hanno deciso di sacrificare il loro tempo per raccogliere i rifiuti pur di non vedere più il degrado sotto casa. Non è la prima volta che i residenti delle vie adiacente il parco Comte di Casal de’ Pazzi agiscono in autonomia e in maniera del tutto volontaria nonostante abbiano interessato più volte le istituzioni preposte e abbiano chiesto, in via definitiva una risoluzione del problema. 

I cittadini hanno raccolto decine e decine di sacchi neri

Già perché l’abbandono del parco (che appartiene al demanio) è un nervo scoperto per chi vive nelle zone limitrofe che non solo deve fare i conti con il degrado ma anche con l’impossibilità di vivere un’area verde. “Eravamo in tantissimi e abbiamo raccolto decine e decine di sacchi neri contenenti erba e rifiuti, abbiamo anche accantonato rami spezzati che giacevano all’interno del parco” hanno spiegato al nostro giornale. A seguito della pulizia è stato richiesto l’intervento di Ama per la raccolta dei sacchi ma a distanza di cinque giorni nessuno è passato per il ritiro. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dall’assessorato all’ambiente: “La rimozione avverrà a inizio settimana”

Abbiamo raggiunto l’assessore all’ambiente del parlamentino di via Tiburtina, Fabio Grifalchi che ha spiegato: “Gli interventi dei cittadini, che ben vengano perché di supporto all’amministrazione, devono essere comunicati con anticipo per fare in modo che gli operatori di Ama e del Servizio Giardini possano coordinarsi per intervenire – ha detto – Ho inoltrato la segnalazione e a inizio prossima settimana avverrà la rimozione”. Intanto anche un invito ad avvisare in maniera anticipata l’amministrazione: “E’ bene che queste iniziative vengano annunciate in tempo debito soprattutto a tutela dei cittadini che avvalendosi dell’assicurazione possono essere risarciti in caso di imprevisti”. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

  • Sciopero generale il 23 ottobre: a Roma metro e bus a rischio. Orari e fasce di garanzia

  • A Roma la stretta anti Covid, Raggi chiede più controlli: nel week end task in campo tra movida e periferie

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento