Ponte Mammolo Casal de Pazzi / Via Augusto Comte

Il "nasone" di via Comte usato come lavatoio: i residenti ne chiedono la riqualificazione

Le istanze dei residenti: dalla riqualificazione al trasferimento

Crea disagio il “nasone” collocato su via Comte, nei pressi del piazzale dove si svolge il mercato nei giorni di mercoledì e sabato. Della fontanella, infatti, ne vengono fatti usi disparati che indignano i residenti al punto che ne chiedono il trasferimento, dopo la riqualificazione, all’interno del parco di via Comte nel quartiere Casal de' Pazzi. 

Lavaggio di auto e alimenti 

“L’acqua viene prelevata con tanniche e carrelli, qualcuno qui provvede anche al lavaggio delle proprie auto ma anche dei bus e dei camper, con la conseguente dispersione di prodotti inquinanti in fogna visto il tombino di scarico adiacente” hanno spiegato a Roma Today alcuni residenti della via. Non solo: “L’acqua viene utilizzata a fini igienici e per preparazioni alimentari fatte sul posto da persone senza fissa dimora che lavano panni sporchi e vettovaglie e poi pernottano sulla strada sterrata di via Locke per giorni interi formando dei veri e propri campi abusivi temporanei e per il risciacquo del pesce nei giorni di mercato”, hanno aggiunto. Inoltre il mercato adiacente non è dotato di servizi igienici e quindi anche il nasone viene spesso utilizzato per soddisfare questa tipologia di bisogni. 

Le richieste dei residenti

E per fronteggiare il degrado generato dalla presenza del nasone i residenti hanno presentato una serie di istanze. “Chiediamo che la fontanella Acea sia spostata all’interno del Parco Comte, dopo presa in carico dal Comune, inserendo il tutto in un progetto di riqualificazione e arredo che restituisca l’area verde alla cittadinanza e ai bambini”. I residenti già da soli e con le proprie forze economiche hanno tentato di ripulire il parco. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il "nasone" di via Comte usato come lavatoio: i residenti ne chiedono la riqualificazione

RomaToday è in caricamento