TiburtinoToday

Casale Alba 2: un’assemblea pubblica per scongiurare lo sgombero

L’appuntamento è fissato per la giornata di domenica 27 ottobre a partire dalle ore 10.00 con un'assemblea pubblica al Casale

È arrivata come una doccia gelata la notizia dello sgombero del Casale Alba 2. Le realtà sociali che da anni lottano per fare in modo che lo spazio resti pubblico e che quotidianamente lo animano con corsi, laboratori e cineforum, non si danno per vinte e non ci stanno a restare immobili mentre un simbolo di rinascita popolare viene sfrattato. 

La storia del Casale Alba 2, nato per combattere la cementificazione dell’area

Casale Alba 2 nasce dalla battaglia degli abitanti dei quartieri limitrofi contro un cambio di destinazione d’uso dell’immobile, che avrebbe indebolito i vincoli di tutela del parco, per la realizzazione di un Istituto di Custodia Attenuata per detenute Madri (ICAM). “Il progetto nascondeva un fiume di cemento sul parco, che avrebbe dato il via allo smembramento dell’area protetta – hanno spiegato le realtà sociali - Oggi questo casale è un luogo riempito da decine di laboratori, iniziative, attività gratuite e perfettamente coerenti con il Piano d’Assetto di Aguzzano”. Alba 2 collabora con varie istituzioni, come l’Istituto Comprensivo Palombini, il Museo di Casal dè Pazzi, la Parrocchia di San Gelasio, la Biblioteca Giovenale, il Centro Anziani Rebibbia-Ponte Mammolo, l’Associazione “A Roma Insieme” che si occupa di far uscire i piccoli con meno di 3 anni figli di madri detenute nel carcere di Rebibbia. Decine le collaborazioni anche con associazioni di tutela dei parchi, lavoratori, spazi sociali, gruppi scout. Dall’impulso di Alba 2 sono nate diverse realtà importanti del quartiere, come il Comitato Mammut e l’ASD Mammut Ponte Mammolo. Il Casale Alba 2 è stato promotore, in questi anni, di centinaia di iniziative dentro e fuori dalle sue mura, per la tutela di Aguzzano, dei suoi casali, per l’istituzione di spazi collettivi in quartiere come il playground al Parco Cicogna e il Campo Mammut. 

Lo sgombero annunciato con la determinazione dirigenziale

Nella giornata di martedì la pubblicazione della determinazione dirigenziale che recita, tra l’altro: “L’accesso e sgombero anche forzoso contro chiunque occupi senza titolo l’immobile di proprietà capitolina ai fini della riacquisizione della disponibilità del bene libero da persone o cose. Sugli occupanti è pendente un procedimento penale contro ignoti per occupazione abusiva e furto di energia elettrica”. 

Dal Casale Alba 2: “Tempistica sospetta, ci sembra assurdo”

Nelle scorse settimane la delibera di giunta bocciata in consiglio sul Casale Alba 1 aveva fatto ben sperare le realtà sociali del territorio che hanno difeso la struttura anche con proteste e contestazioni alla prima cittadina durante la presentazione dei nuovi bus a Ponte Mammolo. La notizia dello sgombero ha poi gelato gli animi: “Il Municipio richiede lo sgombero dei locali del Casale Alba 2, provando a cancellare con un colpo di spugna, come al solito senza alcuna interlocuzione, sette anni di storia e di attività, e condannando il Casale ad un sicuro destino di rovinoso decadimento come stava accadendo prima che fosse riaperto al quartiere – hanno continuato dal Casale Alba 2 -  Una tempistica quantomeno sospetta, che ha il sapore di una vendetta trasversale nei confronti di chi si è opposto ad una speculazione, ha coinvolto un’intera comunità e da anni svolge un ruolo importante per il quartiere e la città. Un attacco che si inserisce a pieno dentro un quadro cittadino di offensiva contro gli spazi sociali, alle occupazioni abitative, ad un intero tessuto sociale che per decenni ha sopperito alle mancanze delle istituzioni e costituisce un patrimonio dei quartieri romani. Ci sembra assurdo. Ci sembra assurdo che in questa città si continui la strada delle intimidazioni e delle minacce, invece del dialogo, nei confronti di realtà come Alba 2 che sono una risorsa, non un problema”. Pertanto è stata indetta per domenica 27 ottobre un’assemblea pubblica al Casale a partire dalle ore 10.00. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Zona arancione, oggi si decide per Roma e il Lazio: i romani dovranno abituarsi a nuove regole

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

Torna su
RomaToday è in caricamento