menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di archivio

Immagine di archivio

Casale Alba2 compie otto anni, resta lo spettro dello sgombero

A settembre è scaduta la sospensione della determina di sgombero che gli attivisti hanno ottenuto a dicembre dello scorso anno

Buon compleanno Casale Alba2! Le attività di inclusione (e non solo) promosse dalle realtà sociali che gravitano intorno alla struttura del parco di Aguzzano compiono il 2 dicembre otto anni. Gli attivisti: “Su di noi ancora lo spettro dello sgombero”. Intanto la richiesta di aprire un tavolo di confronto con il Comune di Roma è tutt’ora inevasa. 

Da otto anni le associazioni che operano sul territorio del tiburtino e nello specifico tra i quartieri Rebibbia e Ponte Mammolo, svolgono attività all’interno del Casale Alba2 che insieme ad altre strutture costituisce un patrimonio senza precedenti all’interno del parco di Aguzzano. Ad ottobre dello scorso anno, però, il Casale è stato raggiunto da una notifica di sgombero, a questa ha fatto seguito, dopo accese battaglia da parte degli attivisti che nel frattempo hanno costituito un fronte comune con ‘Forum per la tutela del parco di Aguzzano’ una sospensione dello 'sfratto'. La stessa è scaduta a settembre e da tre mesi le realtà sociali aspettano ancora l’apertura di un tavolo che porti una soluzione come alternativa allo sgombero. 

“Senza alcuna forma di lucro, finanziamento o reddito, da otto anni questo è luogo di aggregazione, cultura, socialità, laboratori, ma anche di organizzazione, di vertenze, di battaglie per la difesa del territorio, dell’ambiente, del lavoro, del diritto all’abitare, della salute, dentro e fuori il Parco – hanno spiegato dal Casale - Abbiamo ancora ben impresse nella mente le prime assemblee dentro allo spazio ancora senza finestre, gli interventi di sistemazione del parco, le iniziative socio-culturali di ogni tipo, i tanti laboratori che sin da subito hanno costituito il perno di Alba 2”. 

Alessandro, tra gli attivisti, ha spiegato ai nostri taccuini: “Ad agosto abbiamo incontrato l’assessora al Patrimonio, Valentina Vivarelli che si è rifiutata di prorogare la sospensione, non ci sembra un atto distensivo e di collaborazione”. E nonostante il traguardo raggiunto con gli otto anni di attività, al Casale Alba2 tutti aspettano il lieto fine della storia per brindare a future iniziative che, ricordiamo, vengono svolte in maniera gratuita a beneficio dei bambini ma anche degli adulti che vivono nel quartiere e nelle zone circostanti. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

  • De Magna e beve

    12 "vizi" artigianali: nuovo regno del tiramisù apre a Roma

  • De Magna e beve

    Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento