rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Ponte Mammolo Ponte Mammolo

Ponte Mammolo, baby gang contro ecuadoregno: insulti razzisti e pugni

Circa quindici minorenni, tra i 14 e i 16 anni, hanno preso a calci e pugni un uomo alla fermata dell'autobus. Sei arrestati

Insultato, picchiato e poi derubato del portafogli da un baby gang di quindici ragazzini. E' successo ieri a un uomo ecuadoregno  di 47 anni al capolinea degli autobus di Ponte Mammolo. I suoi aggressori hanno tra i 14 e i 16 anni.

L'uomo era seduto a bordo del bus 404, in attesa che il mezzo partisse, quando la baby gang di minorenni, tutti romani, ha cominciato a intimargli di scendere rivolgendogli anche frasi razziste. Lo straniero è sceso dall'autobus, ma i ragazzini lo hanno seguito e, dopo averlo accerchiato, lo hanno preso a calci e pugni rapinandolo del portafogli.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione Tiburtino III e della compagnia Montesacro contattati dai conducenti degli autobus e da altri cittadini che hanno assistito alla scena. I militari sono riusciti ad arrestare, prima che fuggissero, sei minorenni romani, tra i 14 e i 16 anni, con l'accusa di rapina aggravata e lesioni.

Un 14enne ha già un precedente per una rapina a mano armata che risale a quando aveva 12 anni. I carabinieri stanno cercando di individuare gli altri membri della banda che sono riusciti a fuggire. La vittima è stata trasportata all'ospedale Pertini dove, dopo essere stata medicata, è stata dimessa con alcuni giorni di prognosi.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponte Mammolo, baby gang contro ecuadoregno: insulti razzisti e pugni

RomaToday è in caricamento