rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Pietralata Via Tiburtina, 779

Tiburtina, porte aperte e panni stesi: "Rom occupano edificio a insaputa 5 Stelle"

Le presenze "una cinquantina di persone tra cui donne e bambini" al civico 779 di via Tiburtina. Ghera (FdI): "Sgombero immediato, per periferie serve sicurezza e non abusivismo"

Porte aperte, ombre che si intravedono dietro alle vetrate e panni stesi al sole nel piazzale esterno: questi gli indizi che hanno insospettito i residenti di via Tiburtina solerti nel segnalare l'occupazione, l'ennesima in zona, di un fabbricato al civico 779, edificio di proprietà della Società Romana Tiburtina Immobiliare Spa ex auto concessionario.

Ad occupare lo stabile, secondo quanto riportato dal consigliere capitolino di FdI Fabrizio Ghera, sarebbero stati "una cinquantina di rom, tra cui donne e bambini".

"Si tratta di una zona ad alto rischio in cui oltre ai centri per rifugiati regolari, sono presenti decine di ex stabilimenti occupati da immigrati irregolari, a cui si aggiungono centinaia di piccoli insediamenti nomadi lungo il corso del fiume Aniene. Gli stessi grillini che vogliono mantenere i campi rom e addirittura dargli una casa lasciano la città nell'illegalità e oggi, diciamo a 'loro insaputa', viene occupato un edificio" - commenta il capogruppo di Fratelli d'Italia in Aula Giulio Cesare assicurando l'immediato esposto alle Forze dell'Ordine. 

Chiesto poi lo sgombero dello stabile occupato:  "Le periferie romane - aggiunge Ghera - hanno bisogno di sicurezza e non dell'abusivismo sul territorio che i 5 Stelle anziché contrastare permettono quotidianamente"
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tiburtina, porte aperte e panni stesi: "Rom occupano edificio a insaputa 5 Stelle"

RomaToday è in caricamento