menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pietralata: un murale con i volti del cinema che assorbe lo smog

L'idea di "Arte e città a colori" per dare nuova vita al muro di 150 metri dello Studio5 degli stabilimenti De Paolis

Dopo il “Miglio d’arte” di Torraccia, potrebbe arrivare un’altra opera firmata dagli artisti di “Arte e città a colori” nel quarto municipio: questa volta a Pietralata. Per ora il progetto, ancora in fase di elaborazione, è solo su carta ma dalla sua parte c’è una mozione presentata in consiglio lo scorso anno dal movimento cinque stelle e l’entusiasmo di buona parte del quartiere. A ufficializzare il tutto sarà poi un atto di giunta dell’assessore alla cultura Stefano Rosati che per ora non si sbottona ma anticipa: “La volontà politica è stata espressa in consiglio a me toccherà valutarne la fattibilità e soprattutto studiare un sistema che non lo esponga al rischio di atti vandalici” ha anticipato al nostro giornale. 

Volti del cinema sul muro dello Studio5 degli stabilimenti De Paolis

Intanto abbiamo chiesto a Francesco Galvano, presidente di “Arte e città a colori” che annovera al proprio interno oltre 200 street artisti di svelarci qualche dettaglio del progetto che, per ora, è in divenire. “Continua il nostro intento di procedere alla riqualificazione delle aree maggiormente esposte al degrado e il muro di cinta dello Studio5 degli stabilimenti De Paolis è uno di queste”. Il tetto dell’edificio andato a fuoco durante la registrazione di un film non è più stato ricostruito e l’immobile viene attualmente utilizzato solo per girare scene all’aperto. “Dopo un primo contatto con i responsabili degli studi abbiamo pensato di realizzare sulla facciata di via dei Durantini i ritratti di personaggi celebri che hanno lavorato presso la struttura, il muro ha una lunghezza di circa 150 metri e 10 metri di altezza” ha spiegato Galvano. 

Saranno utilizzati colori che assorono l'anidride carbonica

Ma la vera novità del progetto è un’altra: non saranno utilizzate vernici comuni ma “air lite”: “Si tratta di colori che assorbono l’anidride carbonica” ha spiegato Galvano che per ora non ha voluto svelare altro. Nel quartiere, tuttavia, cresce già l’entusiasmo e tutti sono in trepida attesa per l’avvio del progetto. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Notizie

Blocco traffico a Roma: domenica 24 gennaio niente auto nella fascia verde

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cultura

    "Ma che c'hai prescia?", cosa significa e perché si dice così

  • Sicurezza

    Come eliminare l’odore di fumo in casa

  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento