rotate-mobile
Pietralata Casal de Pazzi / Via Tiburtina

Coronavirus, attività politiche sospese al Tiburtino fino al 3 aprile

Il PD punta il dito contro la decisione di Della Casa: “Soluzione non allineata al resto della città”

“I lavori di consiglio e le commissioni sono sospesi fino al 3 aprile”. Il Tiburtino si ferma a seguito del decreto del presidente del consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, nell’ambito dell’emergenza dovuta al contrasto del contagio di Covid-19. Il PD, nonostante sia conscio dell’attuale situazione che richiede dovute limitazioni, pone una polemica: “L’interruzione dei lavori non può essere arbitraria ma deve seguire una linea generale” ha detto Massimiliano Umberti, il capogruppo dem. Il riferimento è ai lavori d’aula in Comune e in altri municipi che pur svolgendosi a porte chiuse non sono stati sospesi. 

I motivi della sospensione delle attività fino al 3 aprile

Abbiamo raggiunto la presidente del Municipio IV, Roberta Della Casa che ha motivato la nota inviata al presidente del consiglio municipale. “La sospensione è soggettiva perché bisogna tenere conto della disponibilità degli spazi e la nostra aula consiliare, perché piccola, non consente ai partecipanti all’assemblea di stare distanziati secondo le prescrizioni del decreto, quindi un metro”. L’adozione di queste misure riguarda anche le riunioni di giunta: “Saremo presenti in municipio a scaglioni e siamo tuttavia sempre raggiungibili mediante telefono o mail” ha puntualizzato Della Casa. 

PD: "Non ci viene consentito di fare attività politica"

Per il Partito Democratico, invece, questa misura punta ad altri obiettivi. “E’ una soluzione adottata da due presidenti di municipio (Lozzi e Della Casa ndr) che ambiscono a nuove candidature e così facendo ci impediscono di fare attività politica”. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, attività politiche sospese al Tiburtino fino al 3 aprile

RomaToday è in caricamento