TiburtinoToday

Mercato di via Filippo Meda, questione da affrontare

Visti i risultati di Torre Spaccata c’è da rilevare, dunque, che il completamento di un organico non può esclusivamente essere demandato alle graduatorie riguardanti soprattutto chi, al mercato non ha mai lavorato.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Il ricorso ad operatori provenienti da altri mercati o risultati assegnatari attraverso il bando comunale, per il nuovo mercato di Torre Spaccata ha consentito di far lavorare il plateatico a suo pieno organico, dando di sé, soprattutto agli occhi dei consumatori, un'aggiunta all' immagine positiva alle attività già beneficiate grazie all'intervenuta riqualificazione.

Gli operatori che prima stazionavano con i fatiscenti banchi lungo via Cornelio Sisenna temevano, una volta entrati sul nuovo plateatico, si ripetessero le conseguenze negative nelle quali erano incappati i colleghi di via Filippo Meda. Anche lì per completare l'organico il Comune aveva fatto ricorso agli aventi diritto del bando, alcuni dei quali avevano scelto volontariamente di aprire le attività al nuovo mercato riqualificato. Solo che tra questi, nel giro di pochi mesi, quasi tutti avevano abbassato le saracinesche, dal momento che l'affluenza al plateatico era talmente modesta da non garantire la benché minima …. sopravvivenza.

Visti i risultati di Torre Spaccata c'è da rilevare, dunque, che il completamento di un organico non può esclusivamente essere demandato alle graduatorie riguardanti soprattutto chi, al mercato non ha mai lavorato. Questa modalità può essere presa in considerazione solo ricorrendovi ai minimi termini. L'anzianità professionale è una caratteristica che non è naturalmente innata. Specie in un mercato rionale, dove l'offerta commerciale risulta inevitabilmente influenzata dalla concorrenza interna, in termini di prezzi e di qualità dei prodotti.

Una delle priorità che il nuovo assessore alle Attività Produttive dovrà affrontare appena insediato, dovrà essere non solo quella di occuparsi dello specifico caso del mercato di via Filippo Meda, ma anche degli altri mercati nuovi che apriranno nei prossimi anni a venire.

I più letti
Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento