Martedì, 19 Ottobre 2021
Pietralata Via San Romano

Il mercato San Romano verso la messa in sicurezza, spesi 10mila euro

Annunciata anche la riapertura dell'ufficio anagrafico

Potrebbe esserci un colpo di scena nella storia del mercato San Romano a Portonaccio. Quale? La riapertura dell’ufficio anagrafico chiuso ormai da mesi tra l’indignazione dei commercianti e la rabbia dei residenti.

L'ufficio anagrafico ha chiuso due volte in un anno

Il 24 giugno scorso qui è stato affisso un cartello che recitava “Si comunica che per esigenze di servizio lo sportello del servizio demografico sarà sospeso dal 26 giugno 2017 per tutto il periodo estivo” con la buona pace soprattutto degli anziani del quartiere costretti a recarsi alla sede centrale di via Tiburtina 1163. “Qui l’economia gira anche e soprattutto grazie all’ufficio anagrafico da cui dipende circa il 50% del nostro lavoro” avevano commentato i commercianti. Insomma, una chiusura che non ha giovato a nessuno soprattutto in un contesto in cui le parole “sicurezza” e “decoro” sono miraggi. Soprattutto se si considera che quella di giugno è stata la seconda chiusura in un anno: già a gennaio lo sportello ha abbassato le serrande a causa di “problemi tecnici al riscaldamento” per riaprire poi un mese dopo.

L’accusa di Fratelli d’Italia: “Disservizio in salsa grillina”

“Proseguono i disagi per l’utenza visto che il servizio serve un quadrante della città densamente popoloso e di fatto evita a centinaia di cittadini di recarsi a via Tiburtina percorrendo diversi chilometri per un certificato” – hanno dichiarato in una nota congiunta gli esponenti di Fdi-An, Fabrizio Ghera capogruppo in Campidoglio, Gianni Ottaviano capogruppo nel Municipio IV e il consigliere municipale Luca Scerbo. “Come al solito un disservizio in salsa grillina, dovrebbero amministrare Roma ma non sanno nemmeno aprire uno sportello per fare le carte d’identità ai cittadini” hanno concluso.

“I lavori procedono, entro pochi giorni sarà riaperto l’ufficio”

E’ Daniela Giuliani, assessora al commercio della giunta Della Casa a spiegare: “I lavori di messa in sicurezza stanno procedendo e nel giro di pochi giorni saranno conclusi – ha puntualizzato – si tratta di piccoli interventi di manutenzione, della ristrutturazione dei bagni e la riqualificazione delle pensiline”. Sull’importo investito in queste operazioni ha spiegato: “Per questo tipo di manutenzione abbiamo ottenuto 50mila totali per il mercato San Romano e per il mercato di San Basilio, qui a San Romano sono stati spesi 10mila euro e la restante somma è stata investita a San Basilio”. Giuliani però ha sottolineato: “E’ chiaro che i fondi della manutenzione straordinaria saranno ripartiti in maniera inversa”.

Nei prossimi giorni, quindi, la riapertura dello sportello anagrafico: “Siamo in attesa della consegna delle apparecchiature da parte del Ministero necessarie al rilascio della carta di identità elettronica – ha concluso Giuliani – fino a quel momento qui si potranno ottenere le carte di identità cartacee solo nel caso in cui se ne dimostri la reale necessità”.
Gli altri servizi riguardano il rilascio dei certificati a vista, gli atti di notorietà, autentiche a firma, servizi domiciliari anagrafici, tessere elettorali.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il mercato San Romano verso la messa in sicurezza, spesi 10mila euro

RomaToday è in caricamento