TiburtinoToday

Un petardo distrugge l'unica giostra del parco e il comitato avvia una sottoscrizione

I fatti sono accaduti nella notte tra il 29 e il 30 dicembre

Lo scoppio di un petardo ha distrutto l’unico scivolo del parco giochi adiacente il centro culturale Gabriella Ferri in via delle cave di Pietralata. I botti sono esplosi nella notte tra il 29 e il 30 dicembre scorso e disintegrando la parte in plastica dello scivolo, hanno di fatti reso l’impossibile l’utilizzo da parte dei bambini dell’unico gioco del parco ma anche della zona circostante. Basti pensare infatti che all’interno dello stesso parco ci sono solo “scheletri” di giochi con bulloni arrugginiti bene in vista e che le aree giochi della zona sono addirittura sprovviste di giostre, come il “parchetto” di largo Beltramelli. 

“Il parco sarà ampliato nel corso del prossimo anno”

A poche ora dall’increscioso episodio che vede uniche vittime i bambini del quartiere la presidente Della Casa ha fatto sapere attraverso il suo profilo FB: “Il parco nel corso del prossimo anno sarà ampliato e riqualificato completamente ma abbiamo bisogno di grande senso civico o gli sforzi per risanare i quartieri saranno vanificati dagli stolti”. E intanto, mentre a largo Beltramelli si spera che questo non sia solo un annuncio ma diventi presto una concreta realtà, il comitato ha avviato una raccolta fondi per il ripristino dello scivolo. 

Telecamere e guardiania: le richieste del quartiere

Il comitato Beltramelli-Meda-Portonaccio a poche ore dallo scoppio del petardo ha avviato una raccolta fondi, una sottoscrizione al fine di raggiungere una somma considerevole che consenta l’acquisto dello scivolo e la conseguente installazione. “Da tempo sosteniamo la necessità che venga posizionata una telecamera così da funzionare anche come deterrente e inoltre chiediamo che qui venga attivato un servizio di guardiania con apertura e chiusura dell’area – ha commentato Fabrizio Montanini, presidente del comitato Beltramelli-Meda-Portonaccio – I bambini del nostro quartiere hanno il diritto di giocare e l’amministrazione deve essere rappresentativa delle istanze dei cittadini”. Dal comitato anche Alessandro Nardoni: “Abbiamo intenzione di ripristinare i giochi e pertanto abbiamo posizionato presso la gelateria Monaco di largo Beltramelli un salvadanaio, chiunque può fare la sua donazione e contribuire all’acquisto della giostra”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La sala è piena di pubblico senza mascherina: la “bolla” del Costanzo Show fa infuriare i social

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Ristorante romano consegna le chiavi a Virginia Raggi: "Roma muore e con sé la ristorazione e il turismo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento