Pietralata Pietralata / Via Filippo Meda

Il Comune non ripara l'altalena e il parco giochi è chiuso da luglio

Petizioni, lettere, richieste di intervento: tutto vano

La giostra è rotta e il Comune interviene, non per ripararla però, per chiudere l’area giochi e dopo cinque mesi non è cambiato nulla. E’ rimasta immutata anche l’indifferenza dell’amministrazione nei confronti dei genitori che da mesi segnalano i disagi al parco Andrea Campagna di Monti Tinurtini: “Siamo delusi, la voce di 150 famiglie non è stata minimamente presa in considerazione”, hanno arrabbiati e amareggiati. Dal mese di luglio i giochi (uno scivolo e un’altalena) non sono ancora stati riparati nonostante le numerose richieste di intervento avanzate dai genitori e una lettera inviata anche alla sindaca Raggi, a cui i genitori aspettano ancora una risposta da mesi.

I sigilli al parco Campagna

Il parco Andrea Campagna, ex parco Meda è l’unico spazio verde attrezzato della zona, gli altri parco giochi si trovano o dall’altro lato della via Tiburtina o sono a pagamento. E’ in questo parco che i bambini del quartiere vorrebbero trascorrere del tempo tra loro o avrebbero voluto giocare durante i mesi estivi. Niente di tutto questo perché la struttura-giochi a seguito di manutenzione pressoché inesistente si è deteriorata fino a causare lo svitamento di un bullone dell’altalena e la comparsa di un foro nel tunnel dello scivolo. Continuare ad utilizzare le giostre sarebbe stato “pericoloso” per i bambini così i genitori hanno iniziato ad avanzare richieste legittime, dopo essersi offerti in vano di riparare di tasca propria la giostra. Mail, telefonate, lettere: è tutto caduto nel vuoto perché solo dopo molto tempo è stato comunicato loro che spetta al dipartimento Ambiente provvedere alla riparazione. Intanto a luglio sono stati apposti i sigilli la giostra è ancora rotta e ai bambini ancora una volta viene negato il diritto di giocare.

“Siamo stati ignorati”

“Non si può capire il senso di frustrazione che proviamo per essere stati completamente ignorati in questi mesi – hanno raccontato alcuni dei genitori – un’indifferenza totale da parte dell’amministrazione che ci ha lasciato allibiti”. Hanno concluso: “In fondo, si tratta di una giostra, si tratta di mettere in sicurezza un’altalena e un tubo in plastica”. I genitori non si arrendono però: “Continueremo ad avanzare le nostre richieste sperando che non ci rispondano che ormai è arrivato il freddo e non c’è urgenza”. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune non ripara l'altalena e il parco giochi è chiuso da luglio

RomaToday è in caricamento