TiburtinoToday

Fiera del 1 maggio: le opposizioni chiedono un consiglio straordinario. Fratelli d’Italia perde pezzi

Il consiglio straordinario dovrà essere calendarizzato entro 20 giorni

La fiera del 1 maggio continua a suscitare polemiche nelle stanze del IV Municipio: l’opposizione, compatta, ha presentato una richiesta di consiglio straordinario per chiedere l’audizione della presidente Roberta Della Casa, l’assessora al commercio Daniela Giuliani e la convocazione del direttore del Municipio Isabella Cozza e del comandante del IV gruppo Tiburtino Maurizio Maggi. Il consiglio straordinario dovrà essere calendarizzato entro 20 giorni facendo riferimento all’art.39 dell’ordinamento degli enti locali, secondo cui “in caso di inosservanza degli obblighi di convocazione del consiglio, previa diffida, provvede il prefetto”. 

La fiera del 1 maggio: luci e ombre

Il 1 maggio nell’area di cantiere di via Tiburtina, all’altezza di via delle Cave di Pietralata, si è svolto l’evento “Festa di via” organizzato dalla società Ma.Vi. eventi che ha presentato richiesta in Municipio. Il protocollo della richiesta risale però al 3 aprile, a meno di un mese dallo svolgimento di quello che la presidente del Municipio in una nota stampa ha definito: “un’operazione pubblico/privata perfetta”. E’ stata Roberta Della Casa a garantire “La richiesta è arrivata 32 giorni prima in Municipio via PEC”. Una spiegazione che non ha trovato né il consenso, né la comprensione delle opposizioni che hanno chiesto “immediatamente di fare chiarezza” anche alla luce di nuovi e ulteriori sviluppi: dal parere negativo che la polizia municipale ha dato rispetto all’evento, dalla metodologia di pagamento dell’occupazione del suolo pubblico e soprattutto dall’assenza di bando pubblico. (QUI TUTTA LA STORIA)

La richiesta di consiglio straordinario firmata da tutte le opposizioni

Tutti i gruppi politici all’opposizione hanno firmato la richiesta di consiglio straordinario con l’obiettivo di fare chiarezza sull’intera vicenda legata alla fiera del 1 maggio: “Abbiamo firmato la richiesta di consiglio straordinario così come tutta l’opposizione quindi ci aspettiamo che il presidente la calendarizzi” ha commentato il capogruppo Fratelli d’Italia a cui ha fatto eco anche Giorgio Trabucco, Lista Marchini: “E’ fondamentale fare chiarezza e niente di meglio dell’audizione della presidente del Municipio per ascoltare quello che ha da dire”. Più lapidari i commenti dei capigruppo PD e Forza Italia. “A seguito della nostra denuncia, con tutte le opposizioni abbiamo presentato richiesta di consiglio straordinario per fare chiarezza sulla festa del primo maggio in via Tiburtina – ha commentato Massimiliano Umberti, capogruppo del PD - . Abbiamo chiesto la presenza del Presidente e dell’Assessore alle Attività Produttive per la parte politica, del Direttore e del comandante dei Vigili per la parte amministrativa, dopo le parole passiamo ai fatti”. 

PD: “Porteremo le carte in Procura”

Umberti ha aggiunto: “Siamo stufi che il Sultano del municipio spadroneggi in lungo e in largo bypassando tutte le norme che regolano la nostra vita democratica – ha concluso - fossero confermate le voci inerenti a famiglie note in ambito mercatale e si evidenziassero eventuali irregolarità non esiteremmo a portare tutte le carte in procura. È ora di finirla con la storia dei paladini della legalità”. 

Forza Italia: “Una vicenda deprecabile su cui non si può giocare”

“Dalle parole ai fatti – ha esordito Dino Bacchetti, capogruppo Forza Italia - avevamo annunciato battaglia su questa vicenda deprecabile e abbiamo iniziato richiedendo le audizioni per capire la legittimità di questo affidamento diretto che desta più di qualche sospetto”. Ha aggiunto: “Su questo non si può giocare ecco perché abbiamo adottato questa soluzione di richiesta del consiglio straordinario che, qualora non dovesse essere calendarizzata, sarebbe gestita dal Prefetto”. Inoltre: “Verificheremo la legittimità della procedura posta in essere che come modalità di aggiudicazione mostra delle differenze rispetto alla procedura che si è svolta nel XIII Municipio dove la società Ma.Vi. è risultata sempre vincitrice e aggiudicataria dell’evento ma a fronte di un bando, da noi invece un affidamento diretto a spregio della trasparenza”. Bacchetti ha concluso: “Chiediamo un appello a voi giornalisti di essere presenti nel corso della seduta perché i cittadini del nostro Municipio devono sapere che cosa succede nella nostra casa comunale”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fratelli d’Italia si spacca: nasce il gruppo Misto

Nella mattina di lunedì il consigliere Roberto Santoro ha formalizzato le sue dimissioni dal gruppo Fratelli d’Italia e ha creato quindi il gruppo Misto: abbiamo tentato di raggiungerlo al telefono senza alcun successo. Intanto il capogruppo Fratelli d’Italia Gianni Ottaviano: “Roberto questa mattina ha formalizzato la sua adesione al gruppo misto per cui ne prendo atto con la speranza che possa tornare sui suoi passi per verificare la sua decisione, è sempre una persona con la quale ci confrontiamo e dialoghiamo”. Il consigliere Santoro ha affidato al suo profilo FB alcune considerazioni che riportiamo in maniera integrale: "In politica il rispetto e la correttezza sono difficili da trovare, come la verità che ovviamente ha mille sfaccettature diverse. Per me una cosa è certa non ho scheletri nell'armadio e non li ho mai avuti. Sfruttare fatti e persone in modo opportunistico e spregiudicato non è corretto,specialmente sui social network, punto di incontro virtuale. Sarebbe più opportuno per un uomo politico fare le proprie osservazioni in modo prioritario: durante i Consigli; nelle Commissioni; con interrogazioni. La Commissione Trasparenza Municipale ha affrontato numerose problematiche, evidenziando l'incompetenza della Presidente del Municipio e della sua Giunta. Le sedute delle Commissioni sono pubbliche e solo la Commissione Trasparenza va in diretta sul sito del Municipio (scelta fatta dal Presidente e dal sottoscritto) e su you tube si possono visionare quelle passate. Tutti possono giudicare l'impegno profuso da ogni Consigliere". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Sciopero 25 settembre: a Roma metro e bus a rischio per 24 ore

  • Elezioni comunali 2021: Federico Lobuono si candida a sindaco di Roma

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

  • Coronavirus Roma, studenti positivi a Nuovo Salario e Acilia. Sanificato plesso a Tor de' Schiavi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento