TiburtinoToday

Bomba d’acqua al Tiburtino, negozi danneggiati anche a largo Beltramelli

Un lago artificiale all'incrocio di via Tiburtina con via Ottoboni. Anche le attività di largo Beltramelli sono state danneggiate

Foto di Fabrizio Montanini

La bomba d’acqua che si è abbattuta sulla città nella prima serata di lunedì ha lasciato non pochi segni. I danni sono stati registrati soprattutto alle attività commerciali collocate lungo la via consolare all’altezza di via Ottoboni. Il tratto principalmente danneggiato diventato un vero e proprio lago artificiale con tutte le conseguenze annesse è quello compreso tra via Ottoboni, per l’appunto, e via delle Cave di Pietralata.

Il cantiere lungo sette anni, tra disagi e poche soluzioni

Il tratto interessato dall’allagamento è stato oggetto di lavori per la riqualificazione della condotta fognaria per un tempo molto lungo. Per sette anni i cittadini sono stati costretti a fare i conti con la presenza di bandoni: un cantiere a cielo aperto che non solo ha creato disagi al traffico ma al tempo stesso ha eliminato parcheggi e chiuso in gabbia i commercianti. Tante le segnalazioni durante gli anni “di passione” lanciate anche attraverso le pagine di giornale. “Pensavamo che con la chiusura del cantiere e la riapertura della strada la situazione fosse tornata vivile – ha detto Fabrizio Montanini del comitato Beltramelli – Invece non c’è stata nessuna soluzione, anzi dopo le peripezie degli ultimi anni siamo tornati al punto di partenza”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Danneggiati anche i negozi di largo Beltramelli

Danni da maltempo dovuti all’allagamento dello spazio anche in zona largo Beltramelli, a pochi metri dall’incrorio con via Ottoboni. In quest’are alcune attività commerciali, normalmente chiuse di lunedì, hanno dovuto riaprire per far defluire l’acqua e c’è anche chi, al contrario, è stato costretto a chiudere per l’enorme quantità di acqua accumulata sui pavimenti. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento