Martedì, 18 Maggio 2021
Colli Aniene Colli Aniene / Via Angelica Balabanoff

Il casale della Cervelletta accende la campagna elettorale. M5s: “Dov’è stato il Pd?”

Il Piccolo America: “Rifiutare la proposta di Zingaretti vuol dire negare a Roma un'opportunita' irripetibile”. Intanto nei mesi scorsi sono stati avviati I lavori alla torre

Prima la polemica, poi l'apertura: sulla riqualificazione del casale della Cervelletta il Campidoglio non chiude la porta alla Regione Lazio. E' Eleonora Guadagno, presidente grillina della commissione cultura comunale che, a margine della riunione, ha commentato: "Ben venga l’improvviso interesse dichiarato dalla Regione Lazio, anche se proprio prima delle elezioni e con la messa in sicurezza già avviata. Valuteremo le proposte concrete che arriveranno e rimaniamo sempre disponibili al confronto sulle diverse possibili soluzioni".Entusiasti anche gli attivisti del comitato Uniti per la Cervelletta e il Piccolo America: "Soddisfatti per la disponibilità di Roma Capitale".

Il video-appello accolto dalla Regione Lazio e la polemica M5s

Nella serata di venerdì, Valerio Carocci - presidente del Piccolo America - insieme a Mimmo, residente di Colli Aniene, ha lanciato un appello attraverso la trasmissione 'Propaganda Live' per chiedere interventi utili a ripristinare la fruibilità del casale della Cervelletta. All'indomani dell'appello ha risposto Nicola ZIngaretti, presidente della Regione Lazio, annunciando la sua disponibilità. Il casale, come la torre (oggetto di interventi di messa in sicurezza da mesi) rientra nel patrimonio di Roma Capitale, la gestione del parco invece compete a Roma Natura. "Dopo 20 anni di abbandono il Casale della Cervelletta stava crollando e nessun sindaco di sinistra o presidente di Regione ha mai fatto qualcosa di concreto per questo straordinario bene storico culturale. Nessuno prima di noi" aveva commentato Eleonora Guadagno dalle pagine di Facebook. "Sono stati destinati prima 125mila euro per la messa in sicurezza, poi altri 212mila euro per iniziare il recupero. L'anno scorso abbiamo aperto il cantiere e i lavori sono partiti. Il Casale della Cervelletta tornerà ai cittadini. Vogliamo valorizzarlo e curarlo. E tutto questo vogliamo farlo con le associazioni, il coordinamento, e i cittadini stessi: decideremo insieme quale sarà il suo futuro" aveva aggiunto Virginia Raggi, sottolineando il ruolo del Comune.

Intanto, gli attivisti del Piccolo America insieme ai cittadini del coordinamento, pur riconoscendo il lavoro della giunta Raggi, hanno ribadito l'importanza di accogliere la proposta della Regione Lazio. "Pensare di riaprire una struttura di una cubatura di oltre 15.000 mq del seconda meta' del 600, dopo oltre venti anni di crolli e abbandono, con 200.000 mila euro è sintomatico di come non ci si renda conto dell'investimento necessario per restaurare un immobile vincolato dalla Soprintendenza, che piu' volte ha diffidato il Campidoglio a intervenire sull'intera struttura, non solo sulla torre, come ha fatto Raggi in cinque anni, che rappresenta il 5% della cubatura” hanno replicato il presidente del Piccolo America Valerio Carocci e la presidente di Uniti per la Cervelletta Irene Ortis. Anche il Pd municipale ha auspicato una collaborazione per raggiungere la finalità: la restituzione della casale alla comunità. "Questo è il momento della collaborazione istituzionale affinchè la Cervelletta, importante bene culturale, torni ad essere fruibile dopo la ristrutturazione conservativa e la messa in sicurezza” ha aggiunto Emiliano Sciascia, già consigliere Pd IV Municipi".

La commissione cultura: "Valuteremo proposte concrete"

"Oggi nella seduta della commissione Cultura abbiamo fatto il punto sullo stato dei lavori. La prima fase, che prevedeva dopo vent’anni di abbandono la messa in sicurezza della torre medievale, si è conclusa a gennaio di quest’anno. Seguirà una fase propedeutica di bonifica e puntellamento del sottotetto all’interno del casale, per la quale sarà fatto un affidamento diretto dell’importo di circa 25 mila euro. Una volta terminata, sarà possibile effettuare le misurazioni e concludere il progetto esecutivo per il rifacimento delle parti più degradate della copertura, per il quale sono stati stanziati 196 mila euro" ha commentato Guadagno. Sulla proposta della Regione: "Ben vengano ovviamente le risorse economiche, anche quelle di minore importo provenienti dal Fai, derivanti dalla mobilitazione delle associazioni dei cittadini che ringraziamo sempre per mantenere vivo l’interesse sulla tenuta della Cervelletta".

Piccolo America: "Siamo soddisfatti"

A commentare la scelta del Campidoglio anche Valerio Carocci - Piccolo America - "Come riconosciuto dalla stessa Presidente e dal dr. Solinas del Dipartimento Ambiente di Roma Capitale purtroppo però l'intervento messo in atto dal Campidoglio riguarda e riguarderà l'esclusiva messa in sicurezza della torre e di una porzione di tetto, ovvero solo 100 mq su oltre 1000 mq di superficie. Pertanto è stato chiarito che non è in programma da parte di Roma Capitale e non vi sono fondi a bilancio comunale per il restauro dell'intera struttura, investimento che supera i 10 milioni di euro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il casale della Cervelletta accende la campagna elettorale. M5s: “Dov’è stato il Pd?”

RomaToday è in caricamento