TiburtinoToday

Tiburtino, dai consiglieri M5s presa di distanze dall'assessore: "Noi stiamo con i cittadini"

Sulla pagina facebook del gruppo municipale: "Il ruolo istituzionale deve essere rispettoso delle opinioni di tutti i cittadini". L'assessore intanto precisa: "Non vi era nessuna intenzione di muovere offese"

"Capiamo le difficoltà, ma ci vuole rispetto". Suona così la presa di distanze del gruppo consiliare del Movimento Cinque Stelle del IV municipio che ha voluto dire la propria sul caso esploso dopo la risposta dell'assessore Alessandro Pirrone ad una cittadina [LEGGI QUI LA VICENDA]. Sulla pagina facebook è comparso un messaggio che sa di rimprovero nei confronti del rappresentante pentastellato. Si legge 

Pur comprendendo le difficoltà degli Assessori nell'espletare il loro mandato, riconosciamo e crediamo fortemente che il ruolo Istituzionale e rappresentativo di tutte le forze democraticamente elette, di maggioranza o di opposizione, debba essere rispettoso delle opinioni di tutti i cittadini anche laddove fossero critiche verso l'amministrazione. Il gruppo Consiliare M5S Roma IV , rimane schierato dalla parte dei cittadini in quanto sono principi fondatori la condivisione, la partecipazione e il dialogo con i territori.

Insomma, i consiglieri stanno con i cittadini. 

IN RIFERIMENTO ALLO SCAMBIO DI MESSAGGI TRA L'ASSESSORE DEL MUNICIPIO IV A. PIRRONE ED UNA CITTADINA, PUBBLICATI SUL...

Pubblicato da Movimento Cinque Stelle di Roma - IV Municipio su Venerdì 3 marzo 2017

E Pirrone? Nel primo pomeriggio ha inviato alla nostra redazione la sua posizione sulla bufera che la sua mail ha scatenato. Secondo il responsabile dei lavori pubblici e dell'ambiente "i cittadini del IV Municipio, come tutti gli altri, devono tendere verso il riconoscimento dell'impegno di ciascuno, sia nei luoghi istituzionali sia in quelli della comunità, aggiungendo impegno e dedizione. Questo è il  primo dovere da cittadini".

La premessa serve al suo ragionamento: "Come amministratore nominato e non eletto a visto che i soloni della politica evocano "scranni" che non mi appartengono, è mio primo dovere concentrarmi sulle criticità degli ultimi, di chi è rimasto indietro, dei quartieri abbandonati e lasciati in uno stato indecoroso come San Basilio o Tiburtino Terzo proprio da coloro che la signora che si è sentita offesa tanto si rammarica di aver perduto". 

Secondo Pirrone "Roma è dei cittadini tutti, e tutti abbiamo il dovere di pensare alla comunità piuttosto che alla strada sotto casa. La comunità è una, e costi quel che costi va ricondotta verso la giusta direzione: pensare a chi versa in condizioni peggiori, e non lamentarsi perché non si possono invitare a cena gli amici degli amici". 

Nella conclusione l'affondo e la precisazione: "Resto basito dai toni di rivendicazione di una parte della cittadinanza! Basta lamentarsi, è necessario che ciascuno apporti un contributo. I miei toni goliardici hanno ribadito la strada terminologia della cittadina mentre non vi era nessuna intenzione di muovere offese alcune".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • La montagna vicino Roma: 5 escursioni a due passi dalla Città eterna

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Saldi, a Roma e nel Lazio si parte un mese prima: lo shopping natalizio sarà all'insegna degli sconti

Torna su
RomaToday è in caricamento