rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Giornata mondiale contro l'Aids / Colli Aniene / Via del Frantoio

Tiburtino III, al liceo Rossi una giornata dedicata alle malattie sessualmente trasmissibili

Il Network Italiano Salute Globale ha lanciato un quiz per verificare le competenze degli adolescenti su Aids e Hiv e superare lo stigma sociale che ancora oggi subiscono i sieropositivi

Nella giornata mondiale contro l'Aids, il Network Italiano Salute Globale ha lanciato un quiz (consultabile al sito www.networksaluteglobale.it) sulla conoscenza delle malattie sessualmente trasmissibili e lo ha fatto insieme alle ragazze e ai ragazzi del liceo artistico Enzo Rossi di via del Frantoio al Tiburtino III. Un'occasione per parlare del virus, approfondire le differenze tra Hiv e Aids, analizzare e superare "fake news" e stigma sociale che ancora oggi rappresenta l'essere sieropositivi. 

"L'iniziativa di oggi conferma che le giovani generazioni sono attente ai temi sociali e vogliono sapere - dichiara Barbara Romagnoli del Network italiano Salute Globale - . Hanno fatto il quiz con curiosità e hanno colto l'importanza della conoscenza per prevenire malattie come l'Aids ed evitare stigma e discriminazioni sulle persone sieropositive. Adesso abbiamo bisogno di sostegno nel passaparola, basta un click per diffondere l'unico contagio che ci piace, quello della corretta informazione".

L'educazione sentimentale al centro dei progetti del liceo

Il liceo Rossi da diversi anni svolge un'articolata attività sul tema e in generale sull'educazione sentimentale, come spiega la professoressa Marina Gargiulo, insegnante di discipline grafiche e tutor del progetto di alternanza scuola-lavoro svolto in collaborazione con Aidos, l'associazione italiana donne per lo sviluppo: "Da cinque anni svolgiamo progetti con loro - spiega a Roma Today - e abbiamo sviluppato tematiche che riguardano l'agenda 2030 dell'Onu e in particolare l'obiettivo numero 5 sulla parità di genere. Abbiamo ospitato diversi esperti affrontando le problematiche legate al diritto alla salute nei paesi meno sviluppati, ma anche di malattie sessualmente trasmissibili e salute della donna e del bambino. Ogni anno abbiamo realizzato, in base alle tematiche trattate, degli elaborati grafici e fotografici esposti alla biblioteca Vaccheria Nardi a Tiburtino III che ha messo a disposizione una sala con una mostra di circa 10 giorni con i loro elaborati". 

Ad essere coinvolti sono dai 60 agli 80 ragazzi ogni anno nella fascia d'età dai 16 ai 18 anni. "Siamo stati invitati da Aidos - continua Gargiulo, riferendosi all'evento di questa mattina - a prendere parte a questo quiz online lanciato nella giornata mondiale contro l'Aids, per capire quanto ne sappiamo di Hiv e Aids, considerando anche che negli ultimi due anni si parla esclusivamente di Covid e invece è un tema sempre di attualità che devono conoscere". 

"Negli ultimi tempi - conclude la prof - i ragazzi hanno accentuato sempre di più il bisogno di parlare e relazionarsi con l’adulto, perché non vedono l’insegnante solo come colui che applica una didattica. Spesso il loro vissuto è fatto di incontri, di una ricerca della propria identità sessuale. Vediamo sempre più ragazzi che passano momenti di estrema difficoltà perché non hanno ancora chiara la loro identità. La scuola fa fronte anche a queste problematiche, ma c’è bisogno di figure più professionali e specifiche per questa sfera". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tiburtino III, al liceo Rossi una giornata dedicata alle malattie sessualmente trasmissibili

RomaToday è in caricamento