Mercoledì, 4 Agosto 2021
Colli Aniene Colli Aniene / Via degli Alberini

Depuratore a Colli Aniene: il comitato "censisce" la puzza

Proposto dal Comitato di Quartiere di Colli Aniene un sondaggio on-line, volto a quantificare e localizzare i disagi dei cittadini, provocati dall'emissione di miasmi del Depuratore Roma Est

Di nuovo depuratore. Di nuovo puzza. Anche se in forma minore, come comunica il CdQ Colli Aniene, che da qualche tempo si dedica con passione alla soluzione delle problematiche legate al depuratore di Via Alberini: “Questa incresciosa situazione sembra sia andata man mano verso una soluzione, che però non dobbiamo assolutamente considerare definitiva e risolutiva, quindi, sproniamo tutti a non abbassare la guardia e tenere il naso sempre all'erta”.

Questa dichiarazione è allegata in una lettera del Comitato inviata, ieri sera, ai residenti per informarli di un’originale iniziativa, volta a monitorare l’emissione dei miasmi: “Riteniamo opportuno certificare, anche se in modo non scientifico, la sensazione di disagio che i cittadini provano. E' per tale ragione che dal sito www.cdqcollianiene.tk è possibile riempire una scheda, con lo scopo di collezionare in una banca dati le segnalazioni dei cittadini”.
 
COME PARTECIPARE - Partecipare a questo ‘sondaggio partecipativo’ on-line sarà molto semplice, anche per i più inesperti del web, infatti “basta iscriversi al sito e cliccare sull'ultimo bottone del menu “Rilevazione miasmi”. Si aprirà una scheda da compilare con dati essenziali come il luogo dove il cattivo odore è stato percepito, il piano, l'orario in cui è iniziato e l'intensità percepita – riporta sempre la nota del CdQ Colli Aniene - per quanto riguarda il luogo è sufficiente indicare la Via/piazza/largo, anche senza il numero civico. Come piano si può indicare ‘zero’ per piano stradale e spazi aperti. Per l'orario è sufficiente indicare l'orario d’inizio. La sensazione di disagio è stata suddivisa in 4 livelli ed è indispensabile indicare la data. Praticamente l'unica cosa da digitare è la via, tutto il resto è sufficiente sceglierlo da apposite liste già compilate – e conclude la sua spiegazione - Ogni volta che un cittadino vorrà registrare la sua segnalazione nella banca dati, dovrà fare il Log-In al sito con user e password, scelti durante la registrazione, e cliccare sul bottone del menu, in basso a sinistra, "Rilevazione miasmi".
 
PUZZA IN DIMINUZIONE - “Secondo le sensazioni dei cittadini – afferma Vincenzo Barsanti, Vice Presidente CdQ Colli Aniene - la situazione percepita sui miasmi sembra notevolmente diminuita, ma questo non vuol dire che ce ne siamo liberati per sempre. La lunga storia del nostro quartiere ci insegna che il problema torna in modo ciclico e sempre peggiore. Certamente ACEA – continua il vice presidente - ha messo in atto interventi dei quali non siamo stati portati a conoscenza, ma che hanno dimostrato risultati apprezzabili. Con lo svuotamento della città durante le vacanze, diminuiranno anche i liquami da trattare ma, è altrettanto sicuro, che aumenteranno al rientro dal periodo feriale. ?Insieme dobbiamo tenere questa situazione sotto controllo, e per diverso tempo. Lamentarsi l'uno con l'altro delle puzze non porta ad alcun risultato nei confronti di chi le genera”.
 
Con questo metodo facile e veloce sarà quindi possibile ottenere, tramite le rilevazioni fatte con i ‘nasi umani’ dei cittadini, una mappatura delle zone più, o meno, colpite. Ora tocca ai residenti far si che l’esperimento riesca.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Depuratore a Colli Aniene: il comitato "censisce" la puzza

RomaToday è in caricamento