TiburtinoToday

Casal Bruciato: Zeppetto chiude, i cittadini si mobilitano per una manifestazione di protesta

Sabrina Taddei (Zeppetto): “Dicono di volerci togliere dalla strada, ma ci stanno mettendo in mezzo ad una strada!”

Foto di Sabrina Taddei

“La famiglia Proietti non ha più il titolo di esercitare”. Con questa motivazione la presidente del IV Municipio, Roberta Della Casa, ha spiegato la chiusura di “Zeppetto”, il cocomeraro di Casal Bruciato diventato negli anni un’istituzione di via Tiburtina. Già perché Augusto Proietti ha allestito per la prima volta il banco vendita nel 1973: da quell’anno l’attività non è mai cessata e quando lui è venuto a mancare, la licenza è stata acquisita da sua figlia. 

In via Tiburtina dal 1973, la storia di Zeppetto di padre in figlia 

Come di consueto, dopo la pausa invernale, “Zeppetto” avrebbe dovuto riaprire a metà maggio ma così non è stato: la sicurezza stradale e le anomalie amministrative faranno di Zeppetto solo un ricordo. Immediata la reazione popolare all’indomani della notizia relativa alla chiusura del chiosco. Oltre al disappunto generale e all’avvio di una petizione rivolta tra gli altri a Berlusconi e Salvini, anche una mobilitazione di protesta calendarizzata per il prossimo venerdì 7 giugno alle ore 18 in via Tiburtina all’altezza di via Diego Angeli organizzata dal comitato Beltramelli-Meda-Portonaccio. 

Parla la nipote di Augusto: "Zeppetto è orgoglio di famiglia, non deve chiudere"

“Zeppetto per me è l’orgoglio della mia famiglia, mio nonno fu il precursore, ma mia madre negli ultimi 15 anni ha gestito questa attività che è riuscita a resistere al tempo, con determinazione, amore e dedizione. Mia madre a 63 anni si ritrova senza lavoro, il banco dei cocomeri è la sua unica fonte di reddito da molti anni – ha raccontato a Roma Today Sabrina, nipote di Augusto - Ho 37 anni e le mie foto d’infanzia sono in mezzo ai cocomeri”.

Ha aggiunto “Da noi, come me, sono cresciute intere generazioni non solo del nostro quartiere, ma di ogni parte di Roma. Da quando è uscita la notizia della revoca, abbiamo ricevuto centinaia di messaggi di solidarietà, commenti sui social e dimostrazioni che la gente vuole Zeppetto su Via Tiburtina. Dicono in molti: “E’ un luogo sano per le nostre famiglie dove vogliamo continuare a passare le nostre estati! Saremo in moltissimi venerdì 7 alle ore 18.00 a manifestare”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • La pasticceria di Roma premiata con "Tre Torte" dal Gambero Rosso: è tra le migliori d'Italia

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

Torna su
RomaToday è in caricamento