rotate-mobile
Casal Bruciato Casal Bruciato / Via di Casal Bruciato

Casal Bruciato: termosifoni spenti in 150 appartamenti. Inquilini esasperati

Al freddo da cinque giorni le famiglie che vivono nelle palazzine di via di Casal Bruciato, ai civici 25 e 27

Ci risiamo, puntuale come ogni anno anche il Natale 2020 per le famiglie che vivono nelle palazzine di via di Casal Bruciato si prospetta al freddo se nessuno interverrà in tempi brevi e soprattutto con manutenzioni durature. Dal comitato popolare di Casal Bruciato, da tempo in supporto alle famiglie, hanno commentato: “In questi appartamenti vivono anziani e disabili, se non ci saranno soluzioni immediate, metteremo in campo azioni incisive”.

Sono 150 gli appartamenti al freddo da cinque giorni ai civici 25 e 27 di via di Casal Bruciato. “Le palazzine – hanno spiegato dal comitato – Sono di proprietà di Ensarco e dovrebbero essere vendute ad Ater ma ad oggi della vendita non abbiamo ancora nessuna certezza e intanto la manutenzione latita”. La stessa storia, in quartiere si è verificata lo scorso anno, in questa come in altre strade: anche nelle occasioni passate gli interventi non sono stati risolutivi e gli inquilini continuano a vivere al freddo da tempo, tra loro anziani e disabili.

Ma la manutenzione, in queste palazzine, resta una chimera per ogni cosa. “Tutti i giorni ci segnalano disagi, alcuni inquilini vivono addirittura con le bacinelle per raccogliere l’acqua delle infiltrazioni anche nelle camere da letto – hanno spiegato ancora dal comitato – Qualche giorno fa è stata fatta da tutti una colletta per risolvere un danno alle tubature di un appartamento che a causa della mancanza di manutenzione si era allagato”. Intanto la rabbia cresce, di pari passo con il freddo e gli inquilini sono pronti alla protesta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casal Bruciato: termosifoni spenti in 150 appartamenti. Inquilini esasperati

RomaToday è in caricamento