rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
Casal Bruciato Casal Bruciato / Via di Casal Bruciato

Termosifoni mai accesi nelle case popolari, gli inquilini chiedono rimborsi

Gli abitanti delle palazzine di Casal Bruciato scrivono a Ater e Comune

“Chiediamo il rimborso delle quote condominiali versate in questi anni al Comune di Roma e all’Ater per non avere mai usufruito dei riscaldamenti, ancora oggi non funzionanti”. È questa la richiesta degli inquilini delle palazzine popolari di via di Casal Bruciato, nell’omonimo quartiere del Municipio IV. “Speravamo in un intervento risolutivo da parte del Comune – hanno detto dal comitato popolare – invece, i lavori di manutenzione continuano ad essere lentissimi e decine di famiglie sono senza termosifoni. Tanti inquilini anziani si sono ammalati e sono dovuti ricorrere a cure mediche”. 

Blocchi stradali e assemblee: gli inquilini in lotta da anni

Da anni gli inquilini delle palazzine popolari di via di Casal Bruciato e di via Facchinetti protestano per chiedere il rispetto dei loro diritti e di ottenere i servizi che pagano, tra questi i riscaldamenti. Puntualmente, però, ogni anno la storia si ripete: a novembre iniziano le denunce. Dopo i numerosi blocchi stradali, le assemblee pubbliche e le catene a cui hanno ricorso alcuni legandosi al dipartimento delle Politiche abitative del Comune, qualcosa si è mosso. Enasarco, a cui spetta la manutenzione degli immobili, ha avviato i lavori ma nonostante le pressioni del Comune e del Municipio, i lavori sono continuati a rilento. A marzo, infatti, gli interventi non sono stati ultimati e gli inquilini sono ancora al freddo. 

Le richieste a Ater e Comune

Con il supporto dei consulenti legali del comitato popolare di Casal Bruciato, gli inquilini hanno messo nero su bianco le loro istanze. Gli abitanti delle palazzine chiedono il rimborso per le quote versate in questi anni – dal 2019 al 2023 – e per non aver ottenuto i servizi pagati, o negli anni passati ottenuti solo per un breve periodo di tempo. “Vogliamo un incontro con le istituzioni, o procederemo ad altre azioni legali” hanno concluso dal comitato.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Termosifoni mai accesi nelle case popolari, gli inquilini chiedono rimborsi

RomaToday è in caricamento