Domenica, 24 Ottobre 2021
Casal Bruciato Casal Bruciato / Via Diego Angeli

Per Casal Bruciato è un inverno al freddo: tutta colpa dei termosifoni a singhiozzo

Le caldaie sono state riparate ma gli impianti non sono stati manutenuti e 50 famiglie sono al gelo

“Ci stanno facendo morire di freddo, non ne possiamo più”. A parlare è Claudia, una degli inquilini del civico 145 di via Diego Angeli a Casal Bruciato. Lei, insieme ad altre cinquanta famiglie, è vittima del malfunzionamento della caldaia prima e degli impianti poi. Già perché gli interventi di riparazione alle caldaie sono stati effettuati dopo le proteste cittadine, quando gli abitanti sono scesi in strada e hanno bloccato via Diego Angeli per qualche minuto. 

“Non è possibile che si attenda la data di accensione canonica dei termosifoni per procedere alle riparazioni e ai controlli perché si rischia, come tutti gli anni, di lasciare al gelo intere famiglie” ha continuato un inquilino. “Siamo stati al freddo anche il giorno di Natale perché il guasto agli impianti non consente la totale accensione degli elementi” ha fatto eco un’altra inquilina. E ancora: “Ci sono persone ammalate, anziani, bambini piccoli – hanno aggiunto – viviamo dentro casa con coperte addosso pur di non sentire freddo, è disumano lasciarci in queste condizioni”. 

Intanto, in assenza di riscontri oggettivi da parte dell’amministrazione municipale, gli inquilini temono che la verifica del guasto non avvenga in tempi brevi e che per “lo svuotamento degli impianti” ci sia ancora molto da attendere. "Siamo pronti alla protesta, come già avvenuto in passato, vogliamo che i nostri diritti vengano rispettati" hanno concluso. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per Casal Bruciato è un inverno al freddo: tutta colpa dei termosifoni a singhiozzo

RomaToday è in caricamento