TiburtinoToday

Con villa di proprietà e reddito da 60mila euro occupava casa popolare a Verde Rocca, sgomberata

Il blitz della Polizia Locale lo scorso 21 maggio in un appartamento occupato da una 50enne in via del Forte Tiburtino

La Polizia Locale in via del Forte Tiburtino

Aveva una villa di proprietà ed un reddito di oltre 60mila euro la donna di 50 anni che aveva occupato una casa del Comune in via del Forte Tiburtino, zona Verde Rocca. L'appartamento è stato sgomberato lo scorso 21 maggio dagli agenti del GSSU e del IV Gruppo Tiburtino della Polizia Locale di Roma Capitale. 

La liberazione dell'appartamento è avvenuta senza difficoltà o criticità ed ha trovato il commento della sindaca Virginia Raggi, che a distanza di tre giorni dall'intervento dei vigili urbani ha reso pubblico l'avvenuto sgombero sulla propria pagina facebook istituzionale: "Occupava una casa popolare nonostante avesse un villino di proprietà ed un reddito di oltre 60mila euro. Abbiamo liberato l’appartamento, di circa 50 mq in via del Forte Tiburtino, vicino a Casal Bruciato: ora sarà assegnato ad una famiglia in graduatoria che ne ha diritto e bisogno".

"Le case popolari rappresentano una risorsa fondamentale per la città e il benessere dei cittadini. Non tolleriamo che vi siano abusi, perché sull’utilizzo di queste case si basa il futuro di intere famiglie - scrive ancora la Sindaca su Facebook -. Famiglie che attendono pazientemente in graduatoria anche da anni e che, come in questo caso, spesso si trovano ad aspettare più tempo perché l’alloggio è occupato da persone che, a differenza loro, un affitto sul mercato libero potrebbero permetterselo".

Lungo post della Sindaca che conclude: "Pensate che chi occupava abusivamente questo alloggio aveva anche fatto richiesta di regolarizzazione, in base alla sanatoria lanciata dalla Regione Lazio nel 2006. Una richiesta giudicata inammissibile dagli uffici capitolini. Ringrazio l’assessora Rosalba Castiglione, i dipendenti capitolini, gli uomini e le donne della Polizia Locale di Roma Capitale, la società AequaRoma e tutti coloro che si impegnano ogni giorno per tutelare i diritti delle famiglie in attesa della casa popolare".

"L’Edilizia Residenziale Pubblica - conclude Raggi - è schiacciata da decenni di incuria, a danno dei cittadini. C’è ancora molto da fare, ma il lavoro che abbiamo messo in atto è strutturale e punta a una reale e solida rinascita del settore, al servizio delle famiglie".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Coronavirus, a Roma 1362 nuovi casi. Nel Lazio 59 morti nelle ultime 24 ore: mai così tanti da inizio pandemia

  • Coronavirus Roma, Matteo si fa ricoverare insieme allo zio down positivo al Covid: "Non potevo lasciarlo solo"

  • Coronavirus, a Roma 1305 nuovi casi. Nel Lazio 80 morti nelle ultime 24 ore. I dati del 18 novembre

Torna su
RomaToday è in caricamento