rotate-mobile
Domenica, 27 Novembre 2022
Casal Bruciato Casal Bruciato / Via Cipriano Facchinetti

170 famiglie al freddo nelle case popolari, scoppia la protesta in strada

Cassonetti usati per bloccare l'accesso di via Facchinetti

"Di nuovo al freddo, ora basta. Comune e Ater dove siete?". Cassonetti rovesciati in strada e uno striscione che grida la rabbia degli inquilini delle case popolari al freddo. Siamo in via Facchinetti, a Casal Bruciato - Municipio IV - dove nel pomeriggio di lunedì è andata in scena la protesta degli abitanti del quartiere." Non abbiamo i riscaldamenti da due anni, basta, siamo stanchi. È arrivato il momento che chi dovere provveda a sistemare la caldaia perché il blocco che abbiamo organizzato oggi è solo l'inizio di una lunga serie se la situazione non cambia" ha detto a RomaToday una inquilina di via di Casal Bruciato. Al loro fianco il comitato popolare Casal Bruciato: "Nei giorni scorsi siamo stati negli uffici di Enasarco ma siamo stati trattati con sufficienza e derisi. Dal Municipio, invece, solo uno scaricabarile" hanno commentato gli attivisti. 

Poco dopo le 17.00, nel pomeriggio di lunedi, decine di persone sono scese in via Facchinetti e con l'utilizzo di cassonetti hanno bloccato l'accesso alla strada per manifestare la loro rabbia. Sono gli abitanti che vivono nelle palazzine ai civici 25 e 27 di via di Casal Bruciato (proprietà di Enasarco ma gestite da Ater e una scala gestita dal Comune di Roma) e gli abitanti di via Giacinto Facchinetti che abitano nelle palazzine del civico 90, gestite dal Comune.

Una storia nota a Casal Bruciato che - come un orologio svizzero - si ripete ogni anno a novembre, il periodo in cui viene avviata l'accensione dei riscaldamenti nelle case popolari gestite dal Comune di Roma e dall'Ater della Regione Lazio. "Da mesi cerchiamo un dialogo e una soluzione con i responsabili di Ater che nonostante si siano mostrati disponibili non hanno mai dato seguito alle promesse. La caldaia è rotta e le tubature anche" hanno spiegato dal comitato. Gli attivisti hanno aggiunto: "Venerdì sono state fatte le prove di accensione e già era evidente che la caldaia non avrebbe funzionato perché i riscaldamenti sono stati accesi solo in alcuni appartamenti". Intanto, intorno alle 18.30, sul posto - in via Facchinetti - è arrivata la polizia. "Da qua non ce ne andiamo" hanno concluso gli inquilini. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

170 famiglie al freddo nelle case popolari, scoppia la protesta in strada

RomaToday è in caricamento