menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Residenti bloccano la strada, ancora proteste per l'assenza d'acqua nelle case del Comune: "Raggi non pervenuta"

Gli inquilini di via Diego Angeli in strada per chiedere la risoluzione d'un problema che perdura da mesi: "Nell'immediato serve un'autocisterna"

Ancora in strada per la mancanza d’acqua. A distanza di cinque giorni dall’ultima protesta, gli inquilini di via Diego Angeli sono tornati a farsi sentire. Nei loro appartamenti, da dicembre, i rubinetti restano all’asciutto.

Gli alloggi senz'acqua

Il prolungato disservizio coinvolge tre scale nella popolosa strada di Casal Bruciato. “Parliamo di un centinaio di famiglie che stanno vivendo questo disagio, causato da un guasto ad una pompa che va sostituita. Ma a distanza di oltre un mese - ha sottolineato Massimiliano Umberti, già consigliere democratico del Municipio IV - mancano indicazioni chiare”.

La richiesta dell'autocisterna

Il territorio è quello dell’ex minisindaca Roberta Della Casa. Sfiduciata lo scorso maggio anche dalla sua stessa maggioranza, è stata nominata delegata della sindaca nel commissariato Municipio IV.  “Non si può andare avanti in questo modo, mancano le risposte da parte delle istituzioni ed anche gli interventi per arginare questo problema. Qui, nell’immediato, va inviata un’autocisterna”.

La nuova protesta

Intanto decine di cittadini, come già avvenuto nella mattinata del 18 gennaio, si sono riversati in strada e, in segno di protesta, hanno dapprima spostato i cassonetti al centro della carreggiata. Poi, nel tentativo di far accendere i riflettori sulla loro condizione,  hanno formato una sorta di catena umana su via Diego Angeli.

L'assenza del Campidoglio

“Se non fosse una situazione drammatica verrebbe da dire che appare surreale - ha commentato l’ex consigliere Dino Bacchetti, sul posto insieme al collega democratico Umberti - è vergognoso, poi, che non solo la Sindaca non abbia inviato neppure un suo delegato per spiegare ai cittadini qual è il problema e soprattutto cosa si sta facendo per risolverlo”. Anche perchè, hanno fatto notare i due ex consiglieri, l’assenza d’acqua non è solo un disservizio. In un contesto pandemico, la sua fornitura, diventa ancora più essenziale. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento