TiburtinoToday

Preferenziale Casalbertone, UDiCon: “Solleciteremo Comune per annullamento multe in autotutela”

"I cittadini non possono ritrovarsi con il dover pagare somme spropositate"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Roma, 13/07/2017 - "Dopo la pioggia di multe ricevute a seguito dell'installazione degli autovelox sulla Cristoforo Colombo, i romani in queste settimane stanno facendo i conti con le sanzioni derivanti dal cambiamento improvviso della segnaletica stradale per la nuova preferenziale di Casalbertone - afferma la responsabile regionale U.Di.Con. Lazio, Martina Donini - se tutti i cittadini lamentano una scarsa, per essere buoni, visibilità della segnaletica un motivo ci sarà. Effettivamente - continua Donini - passando per quel tratto di via di Portonaccio era praticamente impossibile accorgersi di una nuova corsia preferenziale. Certo è che se prima Enrico Stefano, Presidente della Commissione Trasporti del Comune di Roma, annunciava l'impossibilità di annullare le multe perché la segnaletica risultava a norma, il comparire degli operai per rifare la segnaletica orizzontale nella nottata tra l'undici ed il dodici, desta qualche sospetto ". È una corsa contro il tempo o forse è una corsia contro tutti. La preferenziale di via di Portonaccio in zona Casalbertone a Roma sta destando migliaia di polemiche per via delle tantissime multe pervenute a chi quotidianamente transitava per quella strada che, da un giorno all'altro, è stata dichiarata come corsia preferenziale senza però un cambio di segnaletica, un aggiornamento o una comunicazione adeguata. "Stiamo provvedendo a sollecitare il Comune affinché si proceda con l'annullamento delle multe in autotutela - conclude la responsabile regionale dell'U.Di.Con - i cittadini non possono ritrovarsi con il dover pagare somme spropositate laddove era impossibile rendersi conto di un'infrazione, ci impegneremo perché ciò non accada".

Torna su
RomaToday è in caricamento