TiburtinoToday

Casal Bertone, parla la società costruttrice: "Opere pubbliche bloccate per colpa del Comune"

La società Cam ha presentato ricorso al Tar per inadempimento contrattuale. Nominato un commissario ad acta

Opere pubbliche realizzate e mai prese in consegna, altre da realizzare in attesa dell’autorizzazione comunale e una sentenza del Tar. Sono questi gli ingredienti di una storia lunga anni che vede protagonisti il quartiere Casal Bertone del IV Municipio, la società Cam srl, il Comune di Roma e i cittadini che da anni attraverso le pagine del nostro giornale hanno espresso tutta la loro rabbia per il silenzio dell'amministrazione. Ma andiamo con ordine. 

La stipula della convenzione e le opere pubbliche progettate da Cam 

Nel 2006 viene approvato l’Accordo di Programma Casal Bertone-Ponte Mammolo, l’anno successiva viene sottoscritta la convenzione e nel 2008 la società Cam srl presenta all’amministrazione comunale tutti i progetti per la realizzazione delle opere pubbliche. Gli interventi di costruzione riguardano sia il quartiere Casal Bertone che il quartiere Ponte Mammolo (sempre collocato nel IV Municipio). 

Come da progetto le opere in previsione a Casal Bertone sono: il parcheggio pubblico e la piazza pubblica di via de’ Dominicis, l’edificio di quartiere di via de’ Domincis, e ancora il parco pubblico di via Morozzo della Rocca, la ristrutturazione della scuola occupata da senza casa di via Alberto Pollio, e infine il nuovo Mercato Rionale di via A. Pollio. Le opere previste per il quartiere Ponte Mammolo, invece, sono la Piazza ed il Parcheggio pubblico di via Rivisondoli, il depuratore di via Rivisondoli, l’edificio di Quartiere di via Rivisondoli, la sede AMA di via Rivisondoli. 

Nessuna opera realizzata è stata presa in consegna dall’amministrazione 

Il collaudo delle opere pubbliche deve essere svolto dall’amministrazione pubblica che assicura ai cittadini la conformità delle strutture. Nessuna delle opere realizzate è stata collaudata dal Comune ma dal commissario ad acta in quanto: “Il Comune non è stato in grado di nominare le commissioni di collaudo perché quelle nominate si sono sempre dimesse in quanto non gli viene corrisposto un riconoscimento” ha detto Angelo Marinelli, amministratore unico della società.  

Cam: “I rimanenti lavori non si sono realizzati per colpa dell’amministrazione comunale”

Che cosa è stato realizzato fino ad ora a Casal Bertone? Le opere realizzate fino ad ora sono il parcheggio e la piazza di via De Dominicis, il parco pubblico di via Morozzo della Rocca e il mercato rionale di via Pollio seppure non ancora completato sui sono subentrate anche altre criticità. “Le altre opere pubbliche previste a Casal Bertone come a Ponte Mammolo (la sede Ama di via Rivisondoli) non si sono realizzate per colpa dell’amministrazione comunale che non ha rilasciato il permesso a costruire o reso disponibile l’area per l’intervento” ha continuato Marinelli. 

Lavori fermi al mercato di via Pollio. Ecco perché

La realizzazione della struttura destinata a diventare il mercato rionale del quartiere Casal Bertone, in via Alberto Pollio, è stata quasi ultimata e dopo l’incontro tra la società, il comune la soprintendenza e il municipio, potrebbe essere vicina una svolta. I lavori al mercato di via Pollio si sono interrotti nel 2016 quando durante la realizzazione dell’opera sono stati trovati i resti dell’antica via Collatina e una vecchia necropoli di tufo. Questo ha richiesto un “cambio di passo” rispetto al progetto iniziale: in altre parole il vincolo della soprintendenza sarebbe stato superato se si fosse messo in sicurezza il microclima dell’area creando appunto una “musealizzazione”.

A gennaio di quest’anno infatti, referenti della soprintendenza al nostro giornale paventano il blocco dei lavori se non si fosse trovata una soluzione in tempi stretti. E così si arriva alla riunione dello scorso mese di luglio (2019) dalla quale è emerso che la soprintendenza insieme alla Cam rivedrà il progetto che già da tempo la società ha presentato per la musealizzazione e che nel frattempo il Dipartimento si impegna a convocare le commissioni di collaudo così da poter permettere la prosecuzione dei lavori. 

La società presenta ricorso al TAR e viene nominato un commissario ad acta 

E' ancora Marinelli a spiegare: "Una recentissima sentenza del TAR del Lazio su un ricorso presentato dalla CAM,  per inadempimento contrattuale, relativamente alle opere pubbliche realizzate e non ancora prese in consegna dall’amministrazione comunale e alle opere pubbliche ancora da realizzare ma non autorizzate dall’amministrazione comunale ha sancito le gravi responsabilità dell'amministrazione ed ha intimato all’amministrazione entro due mesi dalla pubblicazione della sentenza di prendere in consegna le opere pubbliche realizzate (come da Convenzione) ed entro sei mesi  per dare definitiva attuazione alla Convenzione nominando , tra l’altro, da subito, un commissario ad Acta che provvederà direttamente in caso di inadempimento di Roma Capitale.

Il comitato di quartiere: “Assurdo che si ostacoli la realizzazione di opere pubbliche”

“Tutte queste opere – hanno aggiunto dal comitato di quartiere Casal Bertone – Sono state volute dai cittadini che agli inizi degli anni ‘2000 le hanno richieste”. Sui rapporti tra la cittadinanza e la società costruttrice: “Penso sia la prima volta che un privato voglia realizzare opere pubbliche a favore della collettività e venga ostacolato dall’amministrazione, è assurdo” hanno detto ancora dal comitato di Casal Bertone. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

Torna su
RomaToday è in caricamento