TiburtinoToday

Casal Bertone, l’appello dei dipendenti dell’Auchan al Comune: "Sbloccate la licenza di apertura"

I dipendenti dell’ex Auchan di via Pollio hanno inviato una lettera al nostro giornale per lanciare un appello affinché le loro sorti siano chiare e sicure dopo 22 anni al servizio dell’azienda

Sede Auchan - Casal Bertone

“Siamo arrivati all' epilogo di una vicenda lunga e complessa che vede 200 dipendenti e le loro famiglie in attesa di una sentenza che tarda ad arrivare. È vergognoso che un'azienda come Conad che ha acquisito il colosso morente Auchan non si decida a comunicare ai propri dipendenti quando e se torneranno a lavorare”. Inizia così la lettera che i dipendenti dell’ormai ex Auchan di Casal Bertone hanno inviato a Roma Today per lanciare un appello al Comune di Roma per sbloccare le licenze e alla Conad affinché comunichi le sorti dei lavoratori

L’ipermercato del Tiburtino è passato da Auchan a Conad e le sorti dei dipendenti sono ancora in balìa degli eventi nonostante la recente riunione fiume con i sindacati dopo la presa in consegna da Pianeta Cospea, una delle sette cooperative associate a Conad, che, sulla base del frazionamento fatto da Margherita Distribuzione, acquisirà gran parte della superficie e 131 dei 199 lavoratori dell’ex Auchan. “A Casalbertone ci sono 130 dipendenti che verranno passati a Conad tramite la propria controllata, mentre per altri 52 è chiara la sorte avversa: mobilità incentivata all'esodo o ricollocazione in altri ipotetici siti Conad, per i più fortunati.  Al momento il punto vendita di Casalbertone , un tempo macchina da guerra della GDO francese, sta subendo una drastica ristrutturazione della quale però i dipendenti non hanno certezze occupazionali – si legge ancora nella lettera - A quanto pare il sito non avrebbe ancora pronte le licenze necessarie all'apertura e quindi all'ingresso dei dipendenti acquisiti dalla vecchia proprietà, che loro malgrado, si ritrovano in cassa integrazione a zero ore a tempo indeterminato”.

E dunque l’appello: “I lavoratori rivolgono un appello al Comune di Roma, affinché sblocchi la licenza di apertura alla Conad affinché si decida a comunicare ai dipendenti le proprie decisioni. Tutto ciò, nonostante l'impegno sindacale profuso, provoca al momento un forte disagio sociale ed emotivo nei confronti dei lavoratori più a rischio: madri separate e monoreddito, impiegati dal giorno dell'apertura 22 anni fa, e che mai avrebbero immaginato un simile epilogo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

  • A Roma la stretta anti Covid, Raggi chiede più controlli: nel week end task in campo tra movida e periferie

  • Coronavirus, a Roma 494 casi. Nel Lazio 994 nuovi contagi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento