TiburtinoToday

Chiude l’ufficio anagrafico del mercato di San Romano: rabbia a Portonaccio

Era attesa per la mattina di martedì 31 gennaio la riapertura dell'ufficio anagrafico al mercato San Romano slittata però a data da destinarsi

Un’amara scoperta quella che ha accolto gli esercenti del mercato San Romano, nel quartiere Portonaccio del Municipio Roma VI. Era fissata per la mattina di martedì 31 gennaio la riapertura dell’ufficio anagrafico all’interno del mercato. Un’apertura che di fatto, oltre a non essere avvenuta, è stata slittata, già perché sui cartelli affissi agli sportelli campeggia la scritta: “Proroga della chiusura dello sportello anagrafico, la sospensione delle attività durerà fino alla comunicazione di ultimazione dei lavori”.

Ma di quali lavori si tratta? All’origine del disagio, quindi, il malfunzionamento del riscaldamento all’interno degli uffici. Su quanto avvenuto nella mattina di ieri, è stato Valerio Giudice, presidente del mercato San Romano a spiegare: “A causa del guasto ad un condizionatore, l’ufficio è stato già chiuso dal 14 al 30, pertanto tutti, nella mattina di ieri, martedì 31 gennaio, aspettavamo l’apertura annunciata, soprattutto perché avevamo svolto con i tecnici un sopralluogo e il riscaldamento era risultato funzionante”.

La prima sorpresa è stata quella di un cartello affisso allo sportello che comunicava lo svolgimento di un’assemblea sindacale, fatto che avrebbe potuto comportare disagi nell’erogazione dei servizi. Così i tanti cittadini accorsi per sbrigare faccende burocratiche hanno atteso. La vicenda è iniziata a complicarsi in tarda mattinata: "Alle 11.15, quando erano molte le persone in attesa dell'apertura, poi, è arrivata la comunicazione: lo sportello resta chiuso fino a data da destinarsi – ha proseguito Giudice – facile comprendere la rabbia delle persone in attesa da più di 3 ore”. E anche nella mattina di mercoledì 1 febbraio, la situazione non è migliorata.

“Tutto questo è assurdo – ha commentato Fabrizio Montanini, presidente del comitato Beltramelli-Meda-Portonaccio – Lo sportello anagrafico di San Romano è molto importante per i cittadini del nostro quadrante, soprattutto per anziani e disabili. È infatti l'unica alternativa agli uffici di via Tiburtina 1163,  distanti una decina di chilometri con una strada che è un eterno cantiere – ha concluso - Stiamo vigilando sulla situazione e ci batteremo affinché lo sportello riapra nel minor tempo possibile”.

Sulla chiusura improvvisa dell’ufficio anagrafico ha commentato anche Emiliano Sciascia, ex presidente del Municipio Roma IV, oggi consigliere pd: “"Sconcertante la chiusura dell'ufficio anagrafico del mercato di San Romano, alla luce soprattutto della motivazione: riscaldamenti guasti che nessuno ripara. Il Municipio pentastellato non solo non investe sulla manutenzione degli edifici pubblici, ma continua senza sosta a chiudere scuole, centri culturali e servizi ai cittadini – ha concluso - peraltro l'ufficio anagrafico di San Romano, essendo decentrato rispetto alla sede del Municipio è più facilmente raggiungibile e serve le tantissime persone che vivono nella zona. Ad oggi non sappiamo se e quando riaprirà".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • La montagna vicino Roma: 5 escursioni a due passi dalla Città eterna

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Saldi, a Roma e nel Lazio si parte un mese prima: lo shopping natalizio sarà all'insegna degli sconti

Torna su
RomaToday è in caricamento