Tiburtino

Crisi politica nel Municipio V: Caradonna revoca le nomine degli assessori

La revoca è avvenuta ieri. Il Municipio sta vivendo una crisi politica inseguito al passaggio del presidente dal Pd all'Api. Caradonna incontrerà nei prossimi giorni le forze politiche per cercare di trovare una soluzione

Il presidente Ivano Caradonna ieri ha revocato le nomine degli assessori del V Municipio. "Ho preso questa decisione per un problema di uso del denaro pubblico, in particolare per evitare un intervento da parte della Corte dei Conti. Non potevo permettere - dichiara il minisindaco - che rimassero in carica senza le rispettive deleghe".

Da qualche tempo il Municipio sta vivendo una forte crisi poltica apertasi con il passaggio del presidente dal Pd all'Api di Rutelli. Per cercare di giungere al più presto ad una soluzione martedì il minisindaco ha incontrato gli altri coordinatori di partito.

"L'incontro - afferma Caradonna - è stato utile e positivo. Ad esso seguiranno altri incontri bilaterali con le singole forze politiche, per poter meglio focalizzare la soluzione che riuscirà a portare a un equilibrio più ampio, senza perdere nessun partito della maggioranza". "Desidero inoltre precisare che la decisione di revocare la nomina ai quattro assessori - conclude Caradonna - non vuole pregiudicare nessuna ipotesi futura, ivi compresa una eventuale rinomina degli stessi assessori uscenti. Resto a disposizione di tutte le forze politiche del centrosinistra (Api, Pd, Idv, Sel) che dovranno governare questo territorio, al fine di rivitalizzare e riossigenare un'azione della maggioranza municipale in grado di risolvere i problemi che la giunta Alemanno sta creando a Roma e nel Municipio".

L'assessore capitolino ai Lavori Pubblici Fabrizio Ghera."La revoca degli incarichi nella giunta, intrapresa dal presidente del V Municipio, e' una notizia positiva, almeno si evitera' di sprecare ulteriori soldi pubblici poiche' e' inutile tenere assessori senza delega", afferma Ghera.
"Vista l'inerzia del V Municipio in materia di interventi di riqualificazione del territorio - prosegue Ghera - una gran parte dei fondi non vengono spesi. Per questo l'amministrazione centrale ha garantito in moltissimi casi la sicurezza stradale e la manutenzione delle scuole". "Confidiamo - conclude Ghera - in Caradonna affinché anche le sue dimissioni possano essere d'aiuto alle casse di Roma Capitale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi politica nel Municipio V: Caradonna revoca le nomine degli assessori

RomaToday è in caricamento