San GiovanniToday

Via Taranto, completato il primo tratto della nuova ciclabile: “Addio alla pista aeroportuale”

Modificata la viabilità è stato ultimato anche un tratto di ciclabile. Raggi (M5s): “Sono cambiamenti che valorizzeranno tutta la zona, rendendola più vivibile e accessibile”

Ciclabile via Taranto. Foto Salvaiciclisti Roma

Niente bike lane a San Giovanni. Le ciclabili che il Comune sta realizzando tra via La Spezia e via Taranto non saranno a carattere “transitorio”. Non sono quindi semplicemente tratteggiate con una vernice gialla. E non fanno parte del piano di 150 km che era stato annunciato dal Campidoglio subito dopo il lockdown.

Addio alla pista d'atterraggio

Le ciclabili che l’amministrazione sta ultimando a San Giovanni, fanno parte di un quadro d’insieme che mira a trasformare quel quadrante cittadino. “Via Taranto era infatti la classica strada romana rimasta come impostazione alla metà del secolo scorso, con spazi enormi per le auto e ridotti se non inesistenti per gli utenti deboli. Modello pista di atterraggio aeroportuale per intenderci” ha recentemente ricordato il presidente della commissione Mobilità Enrico Stefàno. 

Procedono i lavori

Addio pista aeroportuale, quindi, perchè a San Giovanni arriva un hub multimodale. “Il nostro è un progetto complessivo e prevede interventi per aumentare gli spazi dedicati a pedoni, ciclisti e favorire il trasporto pubblico”ha fatto sapere la Sindaca, che ha spiegato di aver “ultimato il primo tratto di ciclabile” ed anche di aver “  completato le modifiche alla viabilità nell'area di Largo Brindisi e via Taranto”. Quest’ultimo cambiamento, però, aveva alimentato delle contestazioni espresse anche nel corso di un incontro, svoltosi a metà luglio. Con i cantieri già partiti da due mesi, al Campidoglio si era chiesto di rivedere il progetto, per mantenere la viabilità nei due sensi di marcia. La proposta, però, non è stata accolta.

Attraversamenti pedonali più sicuri

Tra le novità, rispetto al precedente assetto, va annoverata la realizzazione delle isole per gli attraversamenti pedonali. Questo comporta, ad esempio su via Taranto, all’altezza di piazza Imola “un attraversamento con maggiore visibilità perchè le auto avendo meno spazio a disposizione procederanno a velocità inferiore rispetto a prima” ha spiegato il consigliere Stefàno. Una scelta ponderata che è figlia di una visione diversa della città, “che mette al centro la persona e non più l’auto” ha rimarcato il presidente della commissione Mobilità. In definitiva, nella visione pentastellata, “i cambiamenti valorizzeranno tutta la zona, rendendola più vivibile e accessibile per residenti e cittadini” ha promesso la sindaca. E’ presto forse per esprimere giudizi. 

Le valutazioni dei ciclisti

Per quanto riguarda le due ciclabili, protette da un cordolo di travertino e previste si in via Taranto che in via La Spezia, hanno raccolto i primi apprezzamenti. “Così devono essere le ciclabili, protette!” ha commentato un utente sulla pagina dell’associazione Salvaiciclisti Roma. La valutazione, in toni più o meno enfatici, è stata condivisa da altri soci della battagliera associazione. A loro, il nuovo assetto, non sembra dispiacere. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • La pasticceria di Roma premiata con "Tre Torte" dal Gambero Rosso: è tra le migliori d'Italia

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

Torna su
RomaToday è in caricamento