San GiovanniToday

Piazza Re di Roma, il Retake dura 12 ore. Monta la rabbia dei residenti

Vanificato il lavoro dei volontari che avevano riqualificato Piazza Re di Roma: sugli arredi ritinteggiati, sono comparse scritte vandaliche, alcune anche oscene. Dopo una prima reazione rabbiosa, è prevalsa la voglia di non arrendersi

C'erano decine di persone sabato mattina. Appuntamento di buon'ora, con raschietti  e spugnette, per ripulire  piazza Re di  Roma. Alcuni volontari, come i Poeti del Trullo, erano arrivati anche da altri municipi della Capitale. Un piccolo viaggio, per dedicare ore preziose del proprio fine settimana, a ripristinare il decoro. Fatica sprecata. Alcuni teppisti, nemmeno dodici ore più tardi, sono riusciti a vanificare il lavoro svolto.

SCRITTE INFAMI - Il livello intellettuale di chi si è divertito ad insudicare  nuovamente  piazza Re di Roma, è evidente anche dal tipo di scritte che sono comparse.  Tante volgarità e poi un imbarazzante slogan, "Liboni spara", che sembra strizzare l'occhio alla memoria del killer dei poliziotti. La rabbia dei volontari e quella di molti residenti, è immediatamente esplosa.

LA RABBIA DEI RESIDENTI - "Sono come dei cani, devono lasciare la loro traccia di urina sulle cose, sennò chi si accorge della loro insulsa esistenza"ha commentato un cittadino sulla pagina facebook del gruppo RetakeRoma Appio Tuscolano. Forse è stato il commento più mite. Gli insulti ai "bimbiminkia" non sono stati lesinati.   C'è poi chi suggerisce delle soluzioni, per evitare il ripetersi di queti fenomeni. "Non capisco perchè dobbiamo farci prendere in giro da quattro ragazzini" ha premesso un cittadino, proponendo poi "un sistema di monitoraggio con telecamere per tutta Roma".

LA VOGLIA DI NON ARRENDERSI - Nonostante l'amarezza e spesso la rabbia che si ravvisa in molti commenti rilasciati sui social network, si ravvisa anche un altro aspetto. Ci sono infatti tanti volontari, tra quelli che sabato mattina hanno contribuito a cambiare il volto di Piazza Re di Roma, che non sembrano voler mollare. "Torneremo a pulire", hanno ribadito in molti. La battaglia tra decoro e degrado è complessa. Ma la determinazione dei volontari con il fratino blu, è nota. I vandali, dovranno farsene una ragione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

  • A Roma la stretta anti Covid, Raggi chiede più controlli: nel week end task in campo tra movida e periferie

  • Sciopero generale il 23 ottobre: a Roma metro e bus a rischio. Orari e fasce di garanzia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento