Giovedì, 23 Settembre 2021
San Giovanni San Giovanni / Via Taranto

Retake a San Giovanni: la “comunità consapevole” si prende cura dell’ufficio postale

Venerdì il gruppo RetakeRoma Appio Latino- Tuscolano scenderà in strada per riportare a nuovo lo storico ufficio postale di via Taranto. Al coro di complimenti, si unisce anche Fantino che elogia la "comunità consapevole"

Venerdì pomeriggio le poste di via Taranto saranno prese d’assalto. Fortunatamente, gli “assalitori” sono armati di raschietti e spugnette e mossi dalle migliori intenzioni. L’obiettivo, ancora una volta, è quello di restituire un po’ di decoro alla città. Loro sono i Retaker del gruppo Appio Latino – Tuscolano e, nel territorio, sono già diventati un’istituzione.

UNA COMUNITA' CONSAPEVOLE - A proposito d’istituzioni, anche l’Ente di prossimità sembra compiacersi dell’attività di questi volontari che, da qualche tempo, si stanno prendendo cura del bene comune. "Quella dei Retake – ha osservato il  Presidente del VII Municipio di Roma Capitale, Susi Fantino - è una delle esperienze dal basso più positive sorte negli ultimi tempi in città, perché oltre a contribuire al decoro dei quartieri, sta dando vita a una comunità consapevole che li rende vivi e al tempo stesso più vivibili”.

LE BUONE PRATICHE - Come si accennava, sembra non siano passate inosservate le tante azioni sin qui messe in campo. “Nel nostro territorio –  ha riconosciuto Susi Fantino - sono tanti i gruppi di cittadini che spontaneamente ogni giorno si danno appuntamento per ripulire strade, parchi ed altri edifici del municipio. In attesa di risorse economiche, umane e competenze per il nostro Municipio, non possiamo che riconoscere l’enorme valore concreto e simbolico di questa buona pratica cittadina”.

L'UFFICIO POSTALE - L’appuntamento, per quanti volessero unirsi ai Retaker, è fissato per le 16.30 in via Taranto. L’obiettivo è ambizioso, ma in linea con la struttura che si vuole ripulire. L’ufficio postale infatti, è una delle opere più significative dell’architetto Samonà, che lo progettò e realizzò tra il 1933 ed il 1935. Le informazioni sull’edificio, sono state raccolte dai volontari stessi che venerdì cercheranno di “ridare lustro a questa importante testimonianza architettonica spesso sottovalutata del VII Municipio”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Retake a San Giovanni: la “comunità consapevole” si prende cura dell’ufficio postale

RomaToday è in caricamento