menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Viale Castrense pedonale, il Campidoglio ci crede: “Fondamentale per riqualificare il quadrante”

La trasformazione del viale, spianerebbe la strada al parco delle Mura. Enrico Stefàno(M5s): “Oggi è un parcheggio confusionario”

Via l’asfalto, spazio ai pedoni. Per completare la propria metamorfosi, viale Castrense deve attraversare un ultimo stadio. Ed è quello che prevede di trasformare la strada, fino a pochi anni fa trafficatissima, in una grande area priva di auto.

Un quadrante da valorizzare

Il progetto ancora non è stato portato in conferenza dei servizi. Ma il proposito di pedonalizzare viale Castrense continua ad essere nell’agenda dell’amministrazione. “E' un progetto fondamentale, intervenire sulla mobilità lì diventa un pretesto per restituire un pezzo della città ai romani” ha spiegato il presidente della commissione Mobilità Enrico Stefàno che ha affrontato il tema nel corso della seduta svoltasi il 21 dicembre.

Una progressiva metamorfosi

“Viale Castrense fino a poco tempo fa era lo sbocco della tangenziale, oggi è un parcheggio confusionario. L’idea invece è di rigenerare quel pezzo di città, poco valorizzato, creando uno spazio fruibile per i cittadini, gli studenti ed anche i turisti”. Per riuscirvi la pavimentazione della strada verrebbe rifatta completamente, puntando sul basalto per la sezione centrale, e  sui sampietrini per la parte a ridosso delle mura. Sui lati, poi, dovrebbero trovare posto dei campetti sportivi polivalenti.

I tempi previsti

La pedonalizzazione di viale Castrense non sarà tuttavia immediata. “L’obiettivo è di riuscire entro il prossimo anno a completare tutto l’iter amministrativo per avviare la prima fase, che coincide con il rifacimento del manto stradale” ha spiegato Stefàno. Successivamente, in accordo con le sovrintendenze, verrebbe avviato anche il restauro della mura. Un passaggio che viene seguito con attenzione dai cittadini che, da tempo, stanno chiedendo di realizzare ciò che prevede il Piano regolatore: un parco lineare.

Il parco delle mura

“Il futuro sindaco dovrà farsene carico, ed è per questo che recentemente abbiamo promosso un appello firmato da 50 associazioni. Le mura raccontano la città in tutte le sue sfaccettature e quindi la loro valorizzazione costituirebbe una grande opportunità per Roma”ha osservato Annabella D'Elia, del Comitato Mura Latine. Raccogliere la sfida significa, però, ripensare il tessuto urbanistico della città. Magari partendo proprio dalla pedonalizzazione di un viale che, in passato, era attraversato da molte auto. Quella strada, considerando i frequenti superamenti delle soglie di biossido d'azoto, in passato è stata fonte di preoccupazioni. Nel futuro, invece, potrebbe diventare il volano di una trasformazione. Il punto di partenza verso la realizzazione d'uno spazio verde di cui beneficerebbe l'intera città.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento