San GiovanniToday

Via Sannio, lavori al via dal 7 maggio. Ma per i nuovi banchi c'è ancora da aspettare

Un primo intervento di riqualificazione dello storico mercato rionale riguarderà principalmente l'area di via Locri. Il progetto è stato presentato al Teatro Spazio Uno dal sindaco Alemanno e dal delegato alle Politiche Sociali Giordano Tredicine

Via Sannio. Settecento mila euro per un primo intervento che torni a far splendere lo storico mercato. Un intervento che operatori e residenti aspettano da più di trent'anni e che, almeno in parte, vedranno realizzato entro il 7 agosto. Via dunque a banchi fatiscenti, tettoie in eternit cadenti, infissi arrugginiti, asfalto dissestato. O meglio, qualcosa sarà messo a nuovo, qualcos'altro aspetterà. Vediamo nel dettaglio.

Il progetto è stato presentato oggi in un incontro pubblico al Teatro Lo Spazio di via Locri, alla presenza del sindaco Gianni Alemanno e dell'onorevole Giordano Tredicine, delegato alle Politiche Sociali. Una vecchia, vecchissima, storia quella del mercato di vestiti più famoso della capitale, che gli operatori del mercato rionale conoscono fin troppo bene. E non a caso sono loro a riempire il teatro.

I LAVORI - Partiranno il 7 maggio. Su quello non ci piove. Non rappresentano la totalità della riqualificazione ma certo sono un primo passo. "Ci spiega su cosa interverranno esattamente i cantieri?" domanda Giancarlo Giusti, presidente dell'Associazione dei sei Delegati di Base del Mercato, presente sul palco al fianco di Alemanno. Punto primo: il programma dei lavori interesserà principalmente l'area di via Locri, che costeggia il mercato, con l'adeguamento funzionale della viabilità e dei servizi igienici (che da due blocchi saranno quattro, tutti accessibili ai disabili e con allaccio fognario).

Il fondo stradale della via sarà oggetto di un intervento di bonifica, con l'eliminazione del vecchio strato di asfalto esistente, realizzando un nuovo sottofondo con sistemazione di nuovi punti di raccolta acqua completi di griglie e di pozzetti da allacciare alla fognatura esistente. Tutto con abbattimento delle barriere architettoniche e con il rifacimento della segnaletica stradale e del regime parcheggi, previsto solo su un lato della strada. La bonifica interesserà anche il verde che circonda l'area del mercato e la pavimentazione che ospita i banchi. Tutti interventi previsti nella lunga lista d'attesa e tutti accolti dal plauso della platea, che però non nasconde un certo fermito. A quando la riqualifica dei banchi?

"Quello previsto dal 7 maggio è un primo intervento. La totalità del progetto prevede 2 milioni di euro in totale e questa è solo una parte" spiega Tredicine "con gli interventi successivi la riqualificazione sarà completa e comprenderà anche una nuova copertura dei banchi con una struttura trasparente e parzialmente in fotovoltaico e una serranda per ogni banco che consenta agli operatori di lasciare le strutture in loco".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In altre parole i primi fondi recuperati consentono di agire dove sono stati già superati i vincoli della Sopraintendenza. Il mercato infatti si trova a pochi metri dalle mura Aureliane e qualunque passo si muova in zona serve il parere dell'ente preposto. Detto questo il sindaco assicura: "I lavori si faranno, e si faranno tutti fino in fondo". Certo, elezioni permettendo. "Che fine faremo se non dovesse farcela?" chiede qualcuno dal fondo della platea. Il sindaco (uscente) rassicura: "Il primo step di lavori verrà comunque ultimato". E comunque (ride, ndr), "per evitare di aspettare altri trent'anni, votatemi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

  • A Roma la stretta anti Covid, Raggi chiede più controlli: nel week end task in campo tra movida e periferie

  • Sciopero generale il 23 ottobre: a Roma metro e bus a rischio. Orari e fasce di garanzia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento