San GiovanniToday

San Giovanni: “Non sfrattate il Centro Anziani”

Il Presidente del Municipio lancia un appello all’IPAB Opera Pia Asilo Savoia, di non sbattere in mezzo ad una strada 400 persone iscritte al centro anziani attivo da 30 anni

Rischiano di non avere più una struttura nella quale andare. Un’ IPAB, un acronimo che sta per “istituto pubblico di assistenza e beneficienza”, stando ad una nota inoltrataci dal Presidente Fantino, ha deciso di togliere il centro anziani a 400 residenti del territorio.

L'IPAB E GLI ANZIANI - “Dopo oltre 30 anni, i 400 iscritti del Centro Anziani ‘S. Giovanni’, rischiano di non avere più uno spazio dove svolgere le loro attività culturali e ricreative, in seguito alla decisione del proprietario dell'immobile, l’IPAB Opera Pia Asilo Savoia, di rientrare in possesso degli spazi – spiega il Presidente del Municipio VII Susi Fantino -  Per scongiurare l'ipotesi dello sfratto, che si fa sempre più concreta, il Municipio si è attivato in molte occasioni e, a seguito delle diverse sollecitazioni, il Dipartimento Patrimonio ha richiesto all’Ipab la disponibilità a stipulare un regolare contratto di locazione. Tuttavia, da quanto risulta allo stesso Dipartimento, l’Opera Pia Asilo Savoia, non ha mai avanzato nessuna proposta, procedendo, invece, nelle azioni di provvedimento di rilascio forzato”.

LA RICHIESTA - "Mi appello alla Regione Lazio e ai rappresentanti dell’IPAB – conclude il minisindaco - affinché blocchino immediatamente lo sfratto e si assumano le dovute responsabilità, rispondendo alla proposta di accordo per il regolare utilizzo dei locali e consentendo a tante persone anziane di non trovarsi a vivere in condizioni di precarietà e solitudine. In un grave momento storico come questo, é inconcepibile che le istituzioni abbandonino  proprio i cittadini più fragili".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

Torna su
RomaToday è in caricamento