Giovedì, 13 Maggio 2021
San Giovanni San Giovanni / Viale Castrense

Ciclabili e pedonalizzazione, ecco come San Giovanni diventa sostenibile

Tutti gli interventi previsti tra via La Spezia e via Taranto

San Giovanni cambia pelle. Almeno nella zona a ridosso delle Mura Aureliane. L'amministrazione pentastellata  sta investendo tempo ed energia per trasformare la viabilità di quell'area. Puntando molto su percorsi bike friendly. Ma siamo ancora lontani dall'anello ciclabile che era stato proposto da alcune realtà del territorio.

Niente anello ciclabile

Il progetto, elaborato dagli architetti dell'associazione Sottovuoti, prevedeva un circuito che partendo da piazzale Appio e proseguendo per via La Spezia, raggiungesse piazza Lodi, villa Fiorelli e piazza Ragusa, prima di tornare indietro, attraversando via Taranto. Le trasformazioni che ha in mente l'amministrazione M5s hanno uno sbocco diverso. 

Come cambia via La Spezia

Nel progetto definitivo elaborato dal M5s e dal dipartimento Mobilità via la Spezia, a senso unico, avrà una corsia preferenziale per le linee di trasporto urbano . In tal modo i bus delle linee 81, 18 e 85 " velocizzeranno il loro percorso". Le auto invece arrivando dalla Tangenziale, la attraverseranno percorrendola verso piazzale Appio. Le bici invece, a cui sarà dedicata una ciclabile con un solo senso di marcia, procederenno in senso opposto rispetto al traffico veicolare.

Largo Brindisi e via Taranto

"Il cuore del progetto è largo Brindisi" ha annunciato il presidente della commissione mobilità Enrico Stefàno. Con la pedonalizzazione dell'area, il parchetto diverrà più accessessibile e "sarà creato un park, non solo con degli stalli, ma con una vera a propria rimessa a più piani per le biciclette". Un modo per "favorire l'intermodalità" visto che lì sarà presente lo snodo San Giovanni delle metro A e C. L'altra novità è che via Taranto, percorsa dai mezzi privati solo in un senso, avrà "un'ampia ciclabile di tre metri". Qui le bici potranno quindi spostarsi "sia a scendere che a salire".

Aree verdi e Mura Aureliane

Una volta lasciata la metro San Giovanni, i romani che anelano di salire in sella, dove potranno pedalare? Sicuramente verso viale Castrense che sarà interamente pedonalizzata andando a creare la naturale prosecuzione del parco di via Carlo Felice. E' una buona notizia per quanti puntano sulla progressiva realizzazione del cosiddetto "parco lineare delle mura": una serie di aree verdi da creare a ridosso delle imponenti vestigia aureliane.

I nodi della ciclabilità

Dal punto di vista dell'intermodalità, le trasformazioni annunciate rischiano di non essere però sufficienti. I ciclisti, una volta superata questa piccola oasi felice, si trovano infatti a dover fronteggiare il poderoso traffico che attraversa via Magna Grecia in direzione Cristoforo Colombo. Un altro nodo da sciogliere nella viabilità di San Giovanni. Per ora a cambiare pelle saranno soltanto le strade comprese tra le Mura Aureliane e via Taranto. A voler guardare il bicchiere mezzo pieno, è un buon inizio. Un primo passo verso la trasformazione del quartiere in chiave sostenibile.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ciclabili e pedonalizzazione, ecco come San Giovanni diventa sostenibile

RomaToday è in caricamento