menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le trappole da sistemare

Le trappole da sistemare

Villa Lazzaroni, già ci sono le processionarie: "Bisogna verificare il funzionamento delle trappole"

Le larve si sono già schiuse ed i residenti dell'Appio Latino sono preoccupati. Ass. Basile (Mun 7): "Abbiamo sollecitato il Dipartimento a fare i controlli"

Le larve si sono già schiuse. Le temperature elevate, com’è accaduto nel corso del 2020, hanno avuto un immediato effetto sui pini romani. In alcune zone della città le larve delle processionarie si sono schiuse.

La preoccupazione dei residenti

Gli urticanti lepidotteri che si nutrono degli aghi dei pini, rappresentano un problema nelle aree più frequentate. Una minaccia soprattutto per i bambini che, inavvertitamente, vi entrano in contatto. “Siamo preoccupati dalla presenza delle processionarie, ma non riusciamo a sapere quand’è previsto l’intervento del Dipartimento ambiente” ha spiegato Laura Anastasi, presidente dell’associazione Insieme per Villa Lazzaroni.

Le trappole da controllare

Sugli alberi presenti nel polmone verde dell’Appio Latino sono state sistemate delle trappole. Contenitori in grado d’ intercettare la caduta del lepidottero prima che raggiunge il terreno. “Temiamo che, colmatesi di foglie, non abbiano spazio a sufficienza per le processionarie. Alcune poi si sono rotte, perchè sono plastica. Abbiamo per questo inviato le richieste d’intervento ma ci è stato risposto, tramite email, che l’amministrazione ha tempo 30 giorni per effettuare le operazioni richieste”.

La richiesta del Municipio

Non si sono mobilitati solo i cittadini. “Come avvenuto nel 2020, a causa del caldo, le processionarie sono arrivate in anticipo - ha confermato Salvatore Basile l’assessore al verde del Municipio VII - e come avvenuto lo scorso anno, abbiamo sollecitato il Dipartimento Ambiente, che ha l’appalto per il trattamento fitoterapico, ad intervenire. In questo caso bisogna controllare lo stato delle trappole che sono state appositamente sistemate”.

In attesa di risposte

“La richiesta - ha spiegato Basile - l’abbiamo inoltrata 20 giorni fa e non solo per Villa Lazzaroni” Analoga esigenza hanno infatti anche Villa Lais e Villa Fiorelli. Ma al momento neppure il Municipio VII, ha fatto sapere l’assesore all’Ambiente, ha ricevuto risposta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento