menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via del Mandrione: i residenti non vogliono il ritorno alla vecchia viabilità

Il Campidoglio ha annunciato l'imminente avvio dei lavori sulle cavità che hanno portato alla chiusura di via del Mandrione. Ma per il Comitato di Quartiere ed il Municipio VII l'apertura al passaggio delle auto va ripensato.

No alla riapertura di via del Mandrione al traffico automobilistico. Per la  scoperta di alcune cavità in avanzato stato di sgrottamento, la strada all’inizio del 2018 è stata chiusa al transito. 

Un'alternativa al traffico della Tuscolana 

Negli ultimi due anni e mezzo via del Mandrione è stata percorsa in macchina soltanto dagli esercenti e dai residenti. Un cambiamento significativo perchè, prima che venisse interdetta alla maggior parte degli automobilisti, quella strada era usata come “scorciatoia”, un' alternativa all'intenso traffico di via Tuscolana.

Il costante flusso veicolare a cui via del Mandrione per anni è stata soggetta, ha portato anche a ripensarne il suo utilizzo. In avvio di consiliatura il Municipio VII stava infatti lavorando con il Comune ad un progetto di pedonalizzazione. L’ipotesi non è del tutto tramontata. Ma tra i diversi livelli dell’amministrazione cittadina non c’è una visione univoca sul futuro della strada.

L'intenzione del Campidoglio

“Entro tre mesi via del Mandrione, nel VII Municipio, sarà di nuovo aperta al traffico” ha dichiarato la consigliere pentastellata Annalisa Bernabei - Partiranno infatti a ottobre i lavori di consolidamento delle cavità ipogee nel tratto di strada compreso tra via degli Angeli e via della Marrana”. L’annuncio della consigliere capitolina però, non è stato accolto con entusiasmo da chi governa il territorio. La presidente Lozzi ha indirettamente replicato postando sulla propria pagina facebook un video. Si vedono donne con il carrellino della spesa e mamma che, con i bambini stretti alla mano, fanno lo slalom tra le auto incolonnate.

La posizione del Municipio VII

“A via del Mandrione, scene come quelle nel video non vogliamo più vederle. Macchine ferme in coda perenne, bambini e adulti che passano tra i veicoli in totale insicurezza, le mura dell'Acquedotto Romano rovinate da inquinamento atmosferico continuo, per non parlare del rumore assordante” ha dichiarato l’ex Pentastellata Lozzi, commentando le immagini girate prima che la strada chiudesse al transito.

La contrarietà dei residenti

La posizione della minisindaca non è isolata. “Non è possibile ripristinare la viabilità su Via del Mandrione nelle modalità antecedenti la chiusura avvenuta nel febbraio 2018” ha fatto sapere il comitato di quartiere Casilina Vecchia Mandrione. Il CdQ ha ricordato anche quali sono le ragioni per le quali, la riapertura al transito veicolare, dovrebbe essere scongiurata. 

Perchè non riaprire

Via del Mandrione non andrebbe riportata alle condizioni antecedenti la sua chiusura "per motivi di sicurezza". Chi vi abita, infatti, teme che il passaggio di mezzi pesanti, possa avere ripercussioni sul sistema caveale. Ma il Comitato di quartiere, per sostanziare la propria posizione, fa riferimento anche alle questioni di salute. “Due anni senza traffico, hanno prodotto un notevole miglioramento della qualità dell'aria con percentuali di biossido di azoto che si sono dimezzate”. E già questo, per chi abita nella zona, potrebbe essere sufficiente per chiedere al Campidoglio un ripensamento.

Il piano regolatore

La viabilità nella zona va ripensata. Così del è previsto anche nelle norme tecniche di attuazione del Piano Regolatore che prevedono, per via del Mandrione la “ Ridefinizione dei percorsi limitando l’attraversamento ai residenti incentivandone l’uso pedonale e ciclabile”. Anche per  “ricucire la via, con progetto mirato, al percorso monumentale degli acquedotti, fino al Quadraro e a Porta Maggiore”.

Gli automobilisti, che faticano a convivere con la nuova ciclabile transitoria, continuano a guardare in via del Mandrione come ad un’ancora di salvezza. All’amministrazione, come sempre, il compito di trovare una mediazione tra le varie esigenze. I lavori, a breve, saranno terminati.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • De Magna e beve

    La vera storia della carbonara: origini e curiosità

  • De Magna e beve

    Carbonara: 7 errori comuni da non fare mai

  • Attualità

    La bufala del vaccino su chiamata a Roma

  • Cultura

    La Roma di Stefania Orlando

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento