Martedì, 22 Giugno 2021
Appio Latino Appio Latino / Circonvallazione Appia

Voragine Circonvallazione Appia, il ritorno alla normalità sarà complicato

Al vaglio l'intervento da realizzare a 10 metri di profondità

La nona voragine apertasi in 21 mesi nel Municipio VII, rischia di essere la più complicata da gestire. Per intervenire sul collettore fognario che, rompendosi, ha creato lo sgrottamento, occorrerà lavorare in profondità. Per l'esattezza a dieci metri sotto il livello del suolo.

La difficoltà dell'intervento

"In questi casi la prima esigenza è quella di mettere in sicurezza l'area" ribadiscono come un mantra dal Municipio VII che, in tema di gestione delle voragini, ha creato un apposito protocollo.  Ai cittadini invece, la Giunta Lozzi continua a chiedere "un po' di pazienza". La verità è che l'intervento è complicato. "Anche martedì 27 sono state fatte nuove videoispezioni – ha ricordato l'assessore ai Lavori Pubblici Vivace – ma per operare in sicurezza occorre intervenire con dei micropali o, in alternativa, con una serie di gradoni e paratie. I tecnici di Acea e del Comune stanno facendo le loro valutazioni". Il prossimo step prevede quindi che sia individuata la tipologia d'intervento, quindi "sarà preparato un progetto da sottoporre al Genio Civile ed eventualmente anche ad altri enti".

Residenti e negozianti

La strada ad oggi si presenta chiusa solo nel tratto in cui è presente la voragine. "Abbiamo fatto in modo di garantire l'accesso a tutte le abitazioni ed agli esercizi commerciali – ha spiegato Vivace – solo un passo carrabile è stato inibito, poichè troppo a ridosso del cantiere". Circonvallazione Appia è percorribile a piedi e, se si proviene da via Baccarini, anche con mezzi privati. Infatti all'altezza della voragine, perimetrata con una doppia recinzione, gli automobilisti possono fare inversione di marcia. Restano invece deviate le linee di trasporto pubblico che transitavano sulla strada. Per un pieno ritorno alla normalità, ci sarà ancora da aspettare. Quanto tempo occorre attendere, dipenderà essenzialmente dal tipo d'intervento che si deciderà di realizzare. 

L'intervento in via Tommaso da Celano

Quella di Circonvallazione Appia ha rischiato di non essere l'ultima voragine ad aprirsi nel territorio municipale. In via Tommaso da Celano, sempre all'Alberone,  il Municipio è riuscito infatti a prevenire la creazione dell'ennesimo cratere. In quella strada avevamo notato un grosso avvallamento coni una fessurazione precisa e questo ci ha fatto pensare che stesse per crollare il manto stradale. Con Acea abbiamo fatto delle videoispezioni che hanno consentito d'individuare la perdita dell'adduzione idrica". Un intervento più semplice del previsto. "Le difficoltà le abbiamo quando il problema riguarda dei tratti fognari, com'è stato in via Alghero". Per quanto riguarda il ritorno alla normalità di via Tommaso da Celano "contiamo di rimuovere il cantiere prima di Pasqua" promette l'assessore Vivace. Questione ormai di pochi giorni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Voragine Circonvallazione Appia, il ritorno alla normalità sarà complicato

RomaToday è in caricamento