menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Appio Latino: Villa Lazzaroni diventa il parco dei pollai

A causa di smottamenti e voragini il polmone verde dell’Alberone si sta riempiendo di transenne. Anastasi (Ass Insieme x Villa Lazzaroni): "Degrado e trascuratezza la fanno da padrone. I pollai qui spuntano come funghi"

Nuove transenne a Villa Lazzaroni. Il classico “pollaio”, a cui i residenti si stanno tristemente abituando, è stato sistemato a ridosso dell’area dedicata al pattinaggio.

Un progressivo degrado

I tondini di ferro ed i reticolati plastici stanno guadagnando spazio nel polmone verde dell’Appio Latino. Ma la coperta sta diventando davvero corta perchè, tra fontane che non funzionano ed aree giochi radicalmente depauperate, sono pochi i luoghi nella storica villa che ancora versano in condizioni decorose.

Pollai che spuntano come funghi

“Purtroppo stiamo vivendo una situazione di costante e progressivo degrado e la sensazione che se ne ricava è quella d’una generale trascuratezza” ha protestato Laura Anastasi, presidente dell’Associazione Insieme per Villa Lazzaroni. “Non c’è solo il problema delle altalene rimosse che non sono state più ripristinate, qui ormai siamo costretti a convivere con pollai che spuntano come funghi”.

Smottamenti e voragini

Il nuovo transennamento arriva a distanza di pochi giorni da un altro che era stato sistemato per mettere in sicurezza una voragine. “C’è stato un nuovo smottamento - ha spiegato Salvatore Vivace, l’assessore ai lavori pubblici del Municipio VII - di conseguenza l’area è stata recintata. I recenti avvenimenti dimostrano però quanto sia importante il lavoro che stanno facendo in nostri uffici, con la protezione civile, per mappare le criticità della Villa. E’ un progetto serio - avviato con i fondi del Comune - che stiamo portando avanti con il fine di avviare un serio progetto di riqualificazione e messa in sicurezza della villa”. Per ora, tuttavia, prevale il degrado.

Le aspettative

“Sappiamo che la villa e le zone limitrofe morfologicamente presentano  questo problema  e speriamo sinceramente che gli studi avviati sul sottosuolo riescano a risolvere questo problema una volta per tutte. Anche perchè, dopo quella del 2018 - ha ricordato Laura Anastasi - abbiamo avuto in rapida successione altre due voragini”. E la storica villa, se i procede di questo passo, rischia di veder incrementare le aree interdette. Il futuro, se non si registra un’inversione di marcia, è indecoroso. L’inestimabile patrimonio storico e naturalistico dell’Appio Latino si sta trasformando in un pollaio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento