San GiovanniToday

Trasferimento mercato Alberone: “Ci vorrà almeno un anno e mezzo”

Per lo spostamento del mercato Alberone dall'attuale sede stradale a quella appositamente realizzata nel centro Appio I, bisognerà attendere. Più veloce invece la presa in consegna degli 800 metri quadri destinati al pubblico

Ci vorrà ancora del tempo per assistere al trasferimento del mercato Alberone. I banchi per i prossimi mesi resteranno al loro posto e cioè in via Gino Capponi e via Francesco Valesio.Ma il suo trasferimento continua ad essere una priorità per i residenti come per l’amministazione municipale.

IL RISCHIO - "E’ stata una delle prime cose che abbiamo fatto. Appena insediatici, abbiamo ripreso in mano la questione del centro polifunzionale dell’Alberone e del suo mercato. Di conseguenza abbiamo preso parte ad un incontro con il Dipartimento, con il Presidente della Commissione urbanistica del Campidoglio e con l’Assessore Berdini - spiega Monica Lozzi, Presidente del Municipio VII - abbiamo agito subito, anche perchè lì c'era una convenzione in scadenza, ma è andata in proroga e questo ci consente di lavorare con più serenità".

LA PRIORITA' - “Quello che a noi interessa maggiormente è che il trasferimento del mercato sia completato. Ma c’è in corso una variante sulla progettazione, che implica un impegno finanziario supplementare, per garantire lo spazio dove mettere dei banchi più grandi. Però se queste risorse non dovessero trovarsi, allora pazienza, niente variante. L’importante – ammette la Presidente – è finire l’opera”. D’altra parte di questo trasferimento si parla da moltissimi anni. Ed è stato anche per spostare il mercato, che si è deciso di riqualificare l’area dell’ex deposito Stefer.

LA TEMPISTICA - Sui tempi necessari a completare l’opera “siamo in una fase in cui si stanno chiedendo tutti i pareri e penso che entro la fine dell’anno sarà approvato il progetto definitivo. Poi si dovrà indire il bando di gara e di conseguenza fare i lavori – riflette Monica Lozzi  – a conti fatti credo che, se non si verificheranno degli intoppi, ci vorrà un anno e mezzo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

SPAZI DESTINATI AL PUBBLICO - C’è poi un’altra questione da affrontare. Lo spazio che, nel centro Appio I, deve esser destinato al pubblico. “Parliamo di circa 800 metri quadrati – chiarisce la Presidente Lozzi – e per quello si procede in maniera separata rispetto al mercato. Noi vorremmo che quegli spazi venissero consegnati in maniera ufficiale al Municipio, prima possibile, per valutarne quale utilizzo farne”. Le proposte, da parte dei residenti, non mancano.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

  • A Roma la stretta anti Covid, Raggi chiede più controlli: nel week end task in campo tra movida e periferie

  • Sciopero generale il 23 ottobre: a Roma metro e bus a rischio. Orari e fasce di garanzia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento