rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Appio Latino Appio Latino

Crolla il controsoffitto: sfiorata la tragedia in una scuola materna

Il cedimento pochi minuti prima dell'ingresso a mensa

"Si è sfiorata la tragedia". Il controsoffitto della scuola dell'infanzia di via Lusitania, zona Appio Latino, ha ceduto di colpo. Con il crollo è caduto a terra anche uno scaldabagno di ceramica, fissato su una parete. Il refettorio si è riempito d'acqua e di pannelli in cartongesso andati in frantumi.

Le infiltrazioni d'acqua

"E' successo quindici minuti prima che i bambini entrassero in sala mensa – racconta un genitore – ed è accaduto perchè ci sono pozze d'acqua che, ristagnando sul tetto, hanno provocato delle infiltrazioni". Ipotesi plausibile, ma da verificare. Comprensibile lo stato d'animo dei genitori che, nel plesso scolastico Alessandro Manzoni di cui la materna fa parte, sono sempre in prima linea nelle iniziative di manutenzione scolastica e del verde. "Purtroppo non è stata effettuata la pulizia del tetto dove tendono ad accumularsi gli aghi dei pini circostanti. E' quindi possibile - ipotizza sempre un genitore - che le foglie abbiano ostruito i canali di scolo, creando dei ristagni d'acqua".

Le richieste d'intervento

Le immagini, girate dal rappresentante dei genitori Stefano Placidi, mostrano inequivocabilmente le condizioni della sala mensa subito dopo il crollo. "Il controllo sulle strutture scolastiche è fondamentale per la sicurezza dei nostri ragazzi – fanno notare  Maurizio Politi, consigliere comunale di Fratelli d'Italia e Flavia Cerquoni capogruppo di FdI nel VII Municipio – Troppo spesso le istituzioni sono sorde rispetto alle richieste di intervento dei dirigenti scolastici e degli stessi genitori. Presso la scuola Manzoni abbiamo sfiorato la tragedia e purtroppo non è un caso isolato".

Manutenzione ed edilizia

"L'edilizia scolastica deve essere una priorità", aggiunge Cerquoni. "A tal proposito riscontro per l'ennesima volta l'incompetenza della Giunta Raggi che dovrà restituire 1.553.200,00 milioni di euro, 432.000 euro del municipio VII, alla Regione Lazio per non aver proceduto alla presentazione entro i termini di legge delle rendicontazioni di spesa per la costruzione, ristrutturazione, adeguamento di immobili pubblici al servizio di asilo nido, fissata al 30 giugno 2017".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crolla il controsoffitto: sfiorata la tragedia in una scuola materna

RomaToday è in caricamento