rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Appio Latino San Giovanni / Piazza Zama

Piazza Zama: al capolinea dei bus si presenta il sosia di Mussolini

Il singolare travestimento commentato ironicamente dal web

Al capolinea degli autobus di piazza Zama, venerdì 6 ottobre, si è registrato un curioso avvistamento. Un uomo, di circa sessant'anni, si è presentato indossando abiti della milizia fascista. La divisa, il cranio rasato, la postura, hanno lasciato poco spazio all'immaginazione. Non si trattava infatti di un conducente Atac. L'uomo, era travestito da Benito Mussolini.

I commenti ironici

I residenti che, passando per la piazza, hanno osservato quel travestimento, si sono stropicciati gli occhi. Qualcuno lo ha fotografato e le immagini sono rimbalzate sui social. A parte qualche nostalgico, la maggior parte dei commenti sono stati ironici. "Era un conDUCEnte" ha provato a scherzare un utente sulla pagina facebook di Roman Post.  "Fa parte, probabilmente, di un piano disperato per far viaggiare gli autobus in orario"commmenta un altro.

Il capostazione di piazza Zama

Viene in mente una battuta di Massimo Troisi nel film "Le vie del Signore sono finite". Commentando il luogo comune secondo cui nel ventennio i treni arrivavano sempre in orario, il comico napoletano azzardò una considerazione: "allora bastava farlo capostazione". Qualcuno venerdì potrebbe essersi ispirato alla frase di Troisi. Dopotutto anche se a piazza Zama la stazione non esiste, i residenti ne hanno spesso rivendicato la realizzazione. Ed allora, volendo sdrammatizzare, quel travestimento può essere letto come un invito ad ascoltare le istanze dei cittadini dell'Appio Latino. In questo caso, la puntualità dei treni è garantita.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Zama: al capolinea dei bus si presenta il sosia di Mussolini

RomaToday è in caricamento