Appio Latino San Giovanni / Via Appia Nuova

Appio Latino: sabato alla parrocchia di Don Orione arriva Papa Francesco

Sabato 7 marzo Papa Francesco si recherà nella parrocchia Ognissanti a Don Orione. Grande attesa per il suo arrivo nel quartiere. Fantino: "Sarebbe bello se potesse dedicare qualche minuto anche alle realtà dimenticate del nostro territorio"

Per il secondo sabato di Quaresima, nella parrocchia Ognisanti di Don Orione, è previsto l'arrivo di Papa Francesco. La visita del Pontefice, annunciata dal Presidente del Municipio,  "rappresenta un momento di speranza per tante persone e tante famiglie del nostro territorio e per questo -ha dichiarato Susi Fantino, argentina come il Papa -  non possiamo che accogliere il suo arrivo con un caloroso Bienvenido Francesco".

IL PROTOCOLLO - Il Presidente del Municipio, attraverso una nota stampa, ha poi comunicato di sapere che " il protocollo della giornata prevede esclusivamente una visita alla parrocchia del Don Orione. Eppure - ha aggiunto Fantino -  il VII municipio, il più popoloso di tutta Roma con i suoi 300 mila abitanti, è di fatto una città paragonabile a Bologna e sono tante le persone che potrebbero trovare conforto da un suo saluto".

GLI ULTIMI - Il pensiero del Primo cittadino del Municipio VII, è rivolto "ai più poveri e a tutti quei cittadini che pagano sulla propria pelle ogni giorno il peso della crisi, a quelli che hanno perso il lavoro o la casa, così come a quegli ultimi di cui lo stesso Francesco in questi due anni di pontificato ha più volte preso le parti come i migranti o i rom. Non possiamo dimenticare il coraggio con cui papa Francesco mise a confronto la figura di Gesù con quella dei migranti di oggi, oppure la lungimiranza con cui difese i rom denunciando il sistema di sfruttamento che si è sviluppato sulla loro assenza di diritti".

UN SEGNALE DI SPERANZA - Fatte queste premesse,il Minisindaco Fantino ha ammesso che sarebbe "motivo di soddisfazione se Papa Francesco riuscisse a dedicare qualche minuto della giornata per visitare alcune delle realtà dimenticate del nostro territorio, dove la sua presenza costituirebbe un forte segnale di speranza. Penso al Palazzo Selam della Romanina o al campo Rom della Barbuta, luoghi in cui il saluto di papa Francesco non passerebbe certo inosservato - ha concluso il Presidente Fantino - ma, al contrario, potrebbe aiutare a gettare le fondamenta per quella convivenza pacifica e giustizia sociale a cui tutti noi aspiriamo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appio Latino: sabato alla parrocchia di Don Orione arriva Papa Francesco

RomaToday è in caricamento