rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Appio Latino San Giovanni / Piazza Zama

Piazza Zama sembra un rigattiere: torna il fantasma dell’emergenza rifiuti

Elettrodomestici e arredi abbandonati dietro i cassonetti di una delle piazza più trafficate dell'ex Municipio IX. All'Appio Latino, in assenza di adeguati controlli, si riaffaccia lo spettro dell'emergenza rifiuti

Due materassi. Un frigorifero. Un divano e ben due televisori. A piazza Zama è stato allestito un miniappartamento all’aperto. Peccato che non si tratti dell’originale trovata pubblicitaria di qualche negozio d’arredo. Molto più banalmente, in una delle zone più frequentate del  quadrante, è presente un’altra discarica abusiva.

IL RITORNO DEI RIFIUTI - Nascosto, ma non troppo, dietro i cassonetti dei rifiuti all’angolo con via Siria, c’è un universo di degrado. Roba da far impallidire qualsiasi isola ecologica. Per non parlare di poveri rigattieri che, difronte a tale concorrenza, hanno inevitabilmente abbassato la saracinesca. Nel quartiere infatti, nel corso delle ultime settimane, scenari del genere  sono tornati piuttosto frequenti. Ed era dai tempi dell'emergenza rifiuti e dell'attivazione delle task force di AMA, che non si notava tanto degrado. A questo punto  l'ipotesi che fosse diminuito anche in ragione dell'esodo vacanziero, sembra divenire plausibile

VANIFICATE LE CAMPAGNE INFORMATIVE - Ad ogni buon conto, il servizio gratuito di ritiro al piano dei rifiuti ingombranti è è sempre disponibile. Ma evidentemente, per ricorrervi, è necessario aver attivato un’utenza con AMA. Dopo tanti appelli, il sospetto è che il problema sia proprio questo. Chi abbandona rifiuti ingombranti al netto delle campagne di comunicazione effettuate, rischia di non avere più troppi alibi.

POCHI CONTROLLI - Ma se l'inciviltà regna, c'è anche da dire che i controlli latitano. L'abbandono d'ingombranti, in questo caso, è avvenuto in una delle piazze più frequentate del Municipio. Inoltre,  per svuotare un appartamento di un frigorifero, un divano, due materassi ed altrettanti televisori, ci vuole del tempo. E quindi chi si è preso la briga di riversare in strada tutto il proprio mobilio, non deve averci impiegato soltanto pochi secondi.

La discarica di Piazza Zama

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Zama sembra un rigattiere: torna il fantasma dell’emergenza rifiuti

RomaToday è in caricamento