Appio Latino Appio Latino / Via Francesco Valesio

Mercato Alberone: per il trasferimento dei banchi bisogna aspettare le elezioni

Ancora non è pronto il progetto esecutivo. La gara per l'avvio dei lavori arriverà per ottobre

Quanto tempo devono aspettare gli operatori del vecchio mercato dell’Alberone per trasferirsi nella nuova sede? La struttura è in apparenza pronta, poichè coincide con l’edificio che ospita il centro commerciale Happio. Ma lo spostamento non sarà immediato.

L'annuncio del Campidoglio

La sindaca il 17 maggio aveva annunciato di aver  “ approvato in Giunta il progetto definitivo”. Quello, aveva aggiunto Raggi, rappresentava il passaggio decisivo che ci mancava per completare a livello amministrativo un percorso iniziato più di venti anni fa” e di conseguenza “nei prossimi mesi potremo iniziare i lavori”.

I tempi per l'avvio dei lavori

“Sono più di quarant’anni che attendiamo la realizzazione del nuovo mercato” ha obiettato un operatore intervenuto nella commissione Commercio di Roma Capitale che il 13 luglio è stata dedicata al trasferimento dei banchi nell’Appio I, il centro polifunzionale che ospita anche il centro commerciale Happio. Ma quanto occorre attendere? La tempistica è stata chiarita dai tecnici capitolini.

La burocrazia e le elezioni

“Il progetto definitivo è stato presentato e ci sono 90 giorni di tempo per la consegna del progetto esecutivo, quindi entro la metà di settembre dovremmo acquisirla - ha chiarito l’architetto che per il Dipartimento Simu sta seguendo gli sviluppi della vicenda - poi il progetto sarà oggetto di nostra verifica ed andrà approvato. A quel punto saranno avviate le procedure di gara che riguardano i lavori”. Significa che, compiuti tutti i passaggi elencati, partiranno in autunno. A ridosso delle elezioni.

Il ritardo del Campidoglio e la rigenerazione attesa

“La realizzazione di quel mercato è in ritardo di almeno 3 anni . ha commentato l’assessore municipale ai lavori pubblici Salvatore Vivace - come municipio volevamo finanziare un progetto di rigenerazione delle strade interessate dall’attuale mercato, come forma di risarcimento per i disagi vissuti in tanti anni. Per realizzarlo, ovviamente, era necessario prima ottemperare al trasferimento, ma si è perso del tempo prezioso. Il risultato è che i banchi sono rimasti al loro posto. Con i propositi di rigenerazione urbana che, di conseguenza, allo stato attuale appaiono sfumati.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercato Alberone: per il trasferimento dei banchi bisogna aspettare le elezioni

RomaToday è in caricamento