San GiovanniToday

Incendio Alberone: "Il mercato va trasferito per ragioni di sicurezza e di decoro"

Torna in auge la questione del mancato trasferimento. Dai residenti arriva intanto una proposta in grado di recuperare lo spazio "mantenendo inalterata la vocazione popolare e commerciale"

Dalla pagina facebook Appio Tuscolano IX

Ci sono tre banchi chiusi, nello storico mercato rionale dell’Alberone. Sono stati distrutti dalle fiamme sviluppatesi lunedì 15 agosto, fortunatamente in un momento in cui l’area non era frequentata dai residenti . Ma l’incendio, avvenuto a ridosso dei palazzi e secondo le ipotesi di natura dolosa, ha contribuito a riportare l’attenzione su un tema mai sopito: il suo mancato trasferimento.

“L’evento dimostra una volta di più che la piazza non è adatta ad ospitare il mercato rionale, sia per motivi d’igiene che di sicurezza – osserva Gugliemo Calcerano, tra gli animatori del gruppo Alberone Bene Comune – tra l‘altro abbiamo appreso che per ora non è neppure esclusa l’ipotesi dolosa. Comunque occorre concludere presto il trasferimento dei banchi nel Centro polifunzionale Happio, e rilanciare il progetto di pedonalizzazione parziale giá proposto dal CdQ Appio-Alberone".

L’imponente opera di riqualificazione che ha interessato l’ex deposito Stefer, ad oggi non è servita allo scopo per cui era stata originariamente concepita. Il centro commerciale è già in funzione da oltre un anno, ma sul completamento e la messa in esercizio della componente pubblica, si registrano notevoli ritardi. “Stiamo seguendo la questione Appio I con il Dipartimento per accelerare il più possibile il trasferimento del mercato – annuncia la Presidente del Municipio VII Monica Lozzi – è infatti nostro interesse, come nuova amministrazione, vigilare affinché la parte pubblica di quel progetto sia portata a compimento".

A beneficiarne sarebbe tutto l’Alberone. “Il quartiere ha bisogno di spazi di socializzazione e per il piccolo commercio di qualità – valuta Guglielmo Calcerano – Chiudendo al traffico il piccolo tratto di strada attorno al 'nuovo' Alberone e l'inizio di Via Gino Capponi, sarebbe possibile ricavare una piazzetta con panchine, aiuole e piccole alberature: il tutto senza aumenti di spesa, perché i lavori di risistemazione della sede stradale, una volta trasferito il mercato, sono già inclusi nell'appalto per la realizzazione del Centro Happio”. Parliamo quindi di “uno spazio per famiglie, anziani, che offra anche la possibilità di organizzare piccoli mercatini durante le feste, conservando la vocazione commerciale e popolare dell'area”. Questo sempre a condizione che sia effettuato il trasferimento del mercato. Un obiettivo di cui si parla da diverse generazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Vigili fanno sesso in auto a Roma, la commedia sexy si tinge di giallo: spunta l'ipotesi della microspia

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

Torna su
RomaToday è in caricamento