rotate-mobile
Domenica, 25 Febbraio 2024
Appio Latino Appio Tuscolano / Largo Pietro Tacchi Venturi

Fuori dalla Caffarella marciapiedi più larghi contro la sosta selvaggia

La proposta del municipio per rendere più sicura un'area molto frequentata dai pedoni

Allargare i marciapiedi in corrispondenza degli incroci per impedire la sosta selvaggia. E’ questa la misura che il municipio ha deciso di percorrere per rendere più sicuri gli attraversamenti pedonali tra via Latina e largo Tacchi Venturi, nella zona antistante il parco della Caffarella.

Un'area molto frequentata

“Quel tratto è caratterizzato da un’alta frequentazione pedonale – ha premesso Claudio Lorenzini, il capogruppo municipale della lista Gualtieri – a pochi metri infatti dall’ingresso principale del parco, si registra anche la presenza di una scuola, di una parrocchia e del suo oratorio. Chi frequenta questi spazi, spesso bambini, deve fare i conti con le auto parcheggiate male. E purtroppo, in quella zona, si sono verificati anche degli incidenti”.

Una viabilità complicata

Non ci sono soltanto i pedoni a pagare il dazio alle auto posteggiate male. “Spesso a Largo Tacchi Venturi accade che i mezzi dell’Ama o dell’Atac rimangano incastrati” ha spiegato il consigliere che ha dichiarato di auspicare una rivisitazione complessiva della viabilità. Cosa che intanto può partire dalla sistemazione dei marciapiedi. Ma che può anche proseguire con lo spostamento dei cassonetti “sistemati a ridosso degli attraversamenti”. Perchè “anche il loro posizionamento – ha ricordato Lorenzini – limita la visibilità dei pedoni”. Ed anche questa richiesta è stata approvata dal consiglio del municipio VII.

La soluzione contro la sosta selvaggia

Il deterrente che il municipio ha proposto di adottare, per contrastare la sosta selvaggia, consiste nell’ampliare la sezione dedicata ai pedoni, “ma solo in corrispondenza degli incroci” quindi sui quattro angoli in cui si realizza l’intersezione tra via Latina e largo Tacchi Venturi. Sul marciapiede, poi, andrebbero anche posizionati i cosiddetti “cerini”, quei particolari parapedonali che sono caratterizzati da singoli paletti. Un provvedimento che ricalda quanto già proposto per mettere in sicurezza l’incrocio tra via Appia Nuova e via Mario Menghini. Alla giunta Laddaga ora il compito di portare queste richieste all'attenzione del Campidoglio. Ne vale della sicurezza dei tanti romani che frequentano quell'area e che vorrebbero continuare a farlo senza temere per la propria incolumità.

Parco della Caffarella: la sosta delle auto che complica la vita ai pedoni


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fuori dalla Caffarella marciapiedi più larghi contro la sosta selvaggia

RomaToday è in caricamento